Questo sito contribuisce all'audience de

Il Pisa deve attendere con ansia il risultato di giovedì sera, tra Parma e Brescia, per sapere se riuscirà a mantenersi o meno in vetta alla classifica di Serie B. Se le rondinelle dovessero vincere al Tardini tornerebbero in testa. All’Arena Garibaldi i nerazzurri giocano bene contro un Perugia ben messo in campo. Non una partita eccezionale come quella disputata a Brescia ma comunque una buona gara. Alla fine, però, si devono accontentare di un punto e l’amarezza è tanta per il rigore sbagliato da Lucca negli ultimi minuti. Nel frattempo, al secondo posto e a -1 dal Pisa, si porta il Lecce, che vince 3-1 al Mazza di Ferrara contro la Spal.

A portare in vantaggio gli uomini di D’Angelo è Davide Marsura all’11’ del primo tempo. Su una ripartenza dei nerazzurri l’attaccante di Valdobbiadene affronta l’avversario in area, lo dribbla con una finta spostandosi a destra e infila il pallone nell’angolino alla sinistra del portiere Chichizola. Nella ripresa gli umbri trovano il pareggio grazie a un rigore molto discutibile, per usare un eufemismo, fischiato per un contatto tra Gucher e Sgarbi che rivisto varie volte al rallentatore sembra del tutto regolare: il penalty viene trasformato dal centravanti De Luca al 27′ che spiazza Nicolas.

Nel quarto d’ora finale il Perugia resta in dieci per l’espulsione di Zanandrea (doppia ammonizione) e i toscani sprecano la grandissima opportunità di ottenere tre punti fallendo un calcio di rigore con Lucca al 36′. Il giovanissimo bomber nerazzurro si fa ipnotizzare da Chichizola che, tuffatosi sulla propria destra, para il tiro.

Nino non aver paura di tirare un calcio di rigore
Non è mica da questi particolari
che si giudica un giocatore
Un giocatore lo vedi dal coraggio
dall’altruismo e dalla fantasia…

Molti avranno ripensato a quel verso della famosa canzone di De Gregori dopo l’errore di Lucca dagli undici metri. Bisogna dire, però, che Lucca in passato di rigori ne ha segnati diversi, ha già fatto vedere tante bellissime cose in campo, attirando su di sé l’attenzione di moltissimi club. L’errore dispiace, ovviamente, ma Lucca non dovrà aver paura quando gli ricapiterà di dover tirare un calcio di rigore. Si sbloccherà, come hanno fatto tanti altri prima di lui. E farà tanti altri gol. Ne siamo certi. È solo sbagliando che si migliora. Come succede a tutti gli uomini.

Il rigore trasformato da Manuel De Luca

– – – – –

PISA – Nicolas, Birindelli, Leverbe, Hermannsson, Beruatto, Tourè (89′ Masucci), Nagy, Marin (84′ Mastinu), Sibilli (65′ Cohen), Marsura (65′ Gucher), Lucca. Allenatore: D’Angelo

PERUGIA – Chichizola, Dell’Orco, Sgarbi, Zanandrea, Ferrarini (55′ Righetti), Kouan (55′ Murgia), Burrai, Segre, Lisi, De Luca, Matos (85′ Vanbaleghem). Allenatore: Alvini

Marcatori: 11′ Marsura (Pi), 73′ De Luca (Pe)

Ammoniti: Beruatto (Pi), Kouan (Pe), Birindelli (Pi), Zanandrea (Pe), Hermannsson (Pi)
Espulso: Zanandrea (Pe) per doppia ammonizione
Arbitro: Gianpiero Miele di Nola (Napoli)

Il fallo da rigore su Lucca

Foto: Gabriele Masotti

Write A Comment