Questo sito contribuisce all'audience de

Nel bicentenario della morte l’Elba ricorda Napoleone Bonaparte, che per dieci mesi visse in esilio proprio sull’isola. Dopo una messa di suffragio nella chiesa della Misericordia, celebrata il 5 maggio a Portoferraio, c’è stato l’alzabandiera, con il vessillo dell’isola (tre api dorate su banda rossa in campo bianco) issato a simboleggiare l’inizio delle attività dell’anno napoleonico. Durante tutto l’anno l’Elba propone incontri, visite, concerti, degustazioni, itinerari alla scoperta delle tracce di Bonaparte. L’isola d’Elba ospiterà una bella mostra napoleonica, allestita presso la Pinacoteca Foresiana di Portoferraio con una selezione di opere in arrivo dalle Gallerie degli Uffizi, oltre che dipinti da collezioni locali. L’inaugurazione è in programma il 30 giugno, la mostra andrà avanti fino al 10 ottobre.

Oltre alle spiagge, agli scogli, agli incantevoli tramonti, alla natura e al mare cristallino quest’anno l’Elba offrirà ai propri visitatori diversi appuntamenti ricchi di storia e cultura, rivolti ad adulti, ragazzi e bambini. Napoleone era un grande camminatore e i luoghi in cui soggiornò sono ancora oggi visitabili, a partire dalla prima residenza, Palazzina dei Mulini, fino a quella estiva nell’entroterra, Villa San Martino, che avrebbe dovuto accogliere il nido d’amore da condividere con la moglie Maria Luisa, che però non lo raggiunse mai sull’isola. Oltre a questi due luoghi Bonaparte fece allestire delle stanze anche tra le mura di Forte San Giacomo, a Porto Azzurro, mentre a Rio, accanto a quella che oggi è la sede del Museo del Parco Minerario, sorge un’antica villa che fu palazzo governativo e dove Napoleone era solito alloggiare. Un’altra tappa obbligatoria è la Casetta Drout, al Poggio, dove si trova anche la fonte Napoleone e dove l’imperatore spesso si recava. Gli appassionati non potranno perdersi la spiaggia delle Viste da cui Napoleone fuggì il 26 febbraio 1815, così come altri luoghi ricchi di storie, leggende e suggestioni. Uno tra tutti: lo scoglio della Paolina, in cui si narra che la sorella dell’Imperatore amasse fare il bagno nuda, lontano da occhi indiscreti.

Guarda le opere d’arte su Napoleone della Galleria degli Uffizi

Foto: Wikipedia

Write A Comment