Questo sito contribuisce all'audience de

“È stata molto dura, una sfida impegnativa, ma alla fine siamo stati premiati con un grande risultato”. Con queste parole Riccardo Macchi commenta lo splendido risultato di Podracer, che ha conquistato la prima posizione alla Riva per 2 e anche alla Riva per Tutti nel raggruppamento Orc, portando sul gradino più alto del podio i colori dello Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa. Dopo la premiazione a Riva di Traiano l’occasione per tornare sulla prova che ha visto Riccardo Macchi e Giovanni Manni, l’altro membro dell’equipaggio, dare veramente il meglio ed essere privati della gioia del primo posto in tempo reale forse per una buca di vento che li ha bloccati per quasi tre ore. Il loro diretto avversario è stato rallentato ma per non più di un’ora e questo ha fatto la differenza.

La regata è stata veramente dura, sia per le condizioni meteorologiche: vento in prua, mare formato e incrociato, freddo e pioggia nella discesa verso Ventotene e tratti di bonaccia nel tratto di ritorno. Poi è entrato il nord ovest che li ha spinti velocemente al traguardo a Riva di Traiano, da dove la regata era partita sabato 10 aprile. “La notte è stata molto impegnativa e caratterizzata da un buio assoluto che non avevamo mai visto – ricorda Giovanni Manni – . Ad un certo punto abbiamo deciso di virare perché eravamo troppo in terra e guardando verso ovest ci siamo scontarti con uno schermo nero. Non si vedeva nemmeno lo stacco tra l’orizzonte e il mare, incredibile, sembrava di essere in un videogioco!”. Poi anche la pioggia, insomma una prova veramente impegnativa tenendo conto del periodo che vedeva gli equipaggi privi di allenamento.

Il Grand Soleil 34 Race è una barca molto veloce “ma non siamo riusciti a recuperare le ore di bonaccia, siamo comunque contenti perché queste prove in due di equipaggio sono veramente dure, abbiamo dormito meno di due ore, ma la soddisfazione è molto grande anche perché 230 miglia non sono uno scherzo . Ora – conclude Macchi – torneremo a Marina di Pisa per qualche lavoro alla barca e per prepararci nel migliore dei modi alla 151 Miglia-Trofeo Cetilar e alla Cento di Montecristo. Poi inizieremo la preparazione per il Campionato Italiano per due per il prossimo anno”.

Andrea Bartelloni

Write A Comment