Questo sito contribuisce all'audience de

Andrea Cosimi

Stasera, alle 21, inizia con l’interessante Spal-Salernitana il settimo turno di questa complessa stagione di serie B: si affrontano dunque due squadre ben costruite per vincere che probabilmente reciteranno sino alla fine un ruolo da protagonista.

Si prosegue sabato con alcuni incontri che ci interessano da vicino, primo su tutti Cremonese-Vicenza, due squadre che, come i Neroazzurri, non hanno ancora vinto e sono fortemente indiziate per lottare, insieme ad altre quattro cinque squadre tra cui temo la nostra, per evitare la retrocessione.

Sempre domani si giocano Cosenza-Brescia, e capiremo di che stoffa sono fatti i lombardi e quale ruolo possano recitare in futuro, e tre partite tra squadre ambiziose : Monza-Frosinone, Pordenone-Chievo, Empoli-Reggina. Domenica il Pescara cercherà la prima vittoria in casa con il Cittadella, la Reggiana riceverà il compatto Venezia ed il Lecce sarà atteso da una trasferta insidiosa in Liguria, contro l’Entella.

Il Pisa è costretto a stare alla finestra, e questo non ci piace: la partita con l’Ascoli poteva essere l’occasione per centrare finalmente la prima vittoria e andare alla sosta con maggiore tranquillità. Invece i marchigiani hanno usato l’unico slot che ogni società ha di poter chiedere un rinvio causa Covid (anche se altre partite sono state rinviate di iniziativa… al solito, regole all’italiana).

Il Pisa dunque è già in pausa, oltre due settimane prima di riprendere un cammino sempre più difficile e complicato, nuovamente in trasferta, a Reggio Calabria, contro una neopromossa che non fa mistero di puntare in alto. Poi arriverà all’Arena il Cittadella, infine viaggio a Ferrara contro la Spal. In pratica si giungerà a quel punto alla vigilia dell’undicesima giornata avendo disputato solo tre partite in casa e ben sei in trasferta.

Da ora in poi conterà moltissimo la tenuta piscologica, anche perché, alla ripresa, probabilmente purtroppo ci presenteremo in Calabria da ultimi o giù di lì, consapevoli che tra Reggina, Cittadella e Spal dovranno venir fuori almeno cinque punti per rimanere a galla.

Certo questo inizio di campionato non se lo aspettava nessuno, credevamo tutti in una consacrazione del nostro ruolo nella serie cadetta senza grossi patemi, ma evidentemente non è da noi, lo dice purtroppo la nostra storia.

Pensieri invece ce ne sono, e più di uno, e tutto l’ambiente neroazzurro è chiamato ad un duro lavoro complessivo per cercare di riconquistare la serenità. Quando si riprenderà tempo per esperimenti, scommesse e presunzione non ce ne sarà più, qui c’è da raggiungere la Salvezza senza troppi sofismi.

 

Foto: il portiere Leonardo Loria (Youtube)

Write A Comment