Questo sito contribuisce all'audience de

Susanna Ceccardi torna a farsi sentire, con una diretta video su Facebook, spiegando le ragioni per cui non siederà tra i banchi dell’opposizione alla Regione Toscana, come sarebbe suo diritto dopo le ultime elezioni in cui era candidata presidente per il centrodestra. “In consiglio regionale il centrodestra può contare su 14 consiglieri, in Europa solo su di me. Il centrosinistra e alcuni giornali vorrebbero che io mi dimettessi, così a non rappresentare i toscani resterebbe la Bonafè. Io resto a Bruxelles – spiega – perché bisogna vigilare su come i soldi dell’Europa saranno veicolati”. E prosegue: “Vorreste lasciare a controllare solo i parlamentari del Pd? Vi piacerebbe. Il centrodestra sarà così rappresentato da 14 consiglieri regionali, 8 della Lega, 5 di Fratelli d’Italia e 1 di Forza Italia”.

Ceccardi ha poi analizzato i dati delle elezioni regionali: “Il cambiamento in Toscana è una realtà. Lo dimostrano le cinque province su dieci dove il centrodestra ha vinto con me candidata. Abbiamo vinto anche in 120 Comuni, molti dei quali governati ora dal centrosinistra. Con il quasi 41% abbiamo ottenuto un risultato storico mai raggiunto da nessuno. Forse è il centrosinistra a doversi interrogare sul consenso che ha perso nei territori. Purtroppo – conclude Ceccardi – ha perso l’elettorato moderato, quello che ha votato per me e per il centrodestra; un elettorato battuto dalla sinistra radicale che si è unita con i Cinque Stelle per fermare l’avanzata dei moderati e del centrodestra in Toscana”.

“Io resto in Europa perché sono l’unica parlamentare del centrodestra che può rappresentare la Toscana. Al Pd piacerebbe che io mi dimettessi, ma non gliela do vinta e non mi arrendo mai”. Con questa decisione Ceccardi lascia il seggio conquistato in consiglio regionale. Posto che, per il sistema dei resti previsto dalla legge elettorale, spetterà a Fratelli d’Italia, con Alessandro Capecchi, di Pistoia, che viene eletto consigliere regionale e FdI che sale a cinque eletti in Toscana.

“Io non mollo mai – prosegue la Ceccardi -. Come ebbe a dire Roosevelt, l’onore spetta agli uomini e alle donne nell’arena. Quelli che lottano con coraggio, che sbagliano ripetutamente, sapendo che non c’è impresa degna di questo nome che sia priva di errori e mancanze. In passato abbiamo conosciuto il trionfo delle grandi conquiste, questa volta abbiamo perso ma possiamo andare a testa alta perché abbiamo osato fino in fondo. Nella vita non conta quante volte cadi ma quante volte riesci a rialzarti dopo una caduta”.

Più forti di prima! Io non mollo.

Io non mollo mai.
Come ebbe a dire Roosevelt, l’onore spetta agli uomini e alle donne nell’arena. Quelli che lottano con coraggio, che sbagliano ripetutamente, sapendo che non c’è impresa degna di questo nome che sia priva di errori e mancanze.
In passato abbiamo conosciuto il trionfo delle grandi conquiste, questa volta abbiamo perso ma possiamo andare a testa alta perché abbiamo osato fino in fondo. Nella vita non conta quante volte cadi ma quante volte riesci a rialzarti dopo una caduta.
Di questo e tanto altro vi parlo fra poco su questa pagina… 😊

Pubblicato da Susanna Ceccardi su Mercoledì 7 ottobre 2020

1 Comment

  1. come no..come no…ho troppa stima dei toscani..e troppo amore per la toscana..per pensare che qualcuno potrebbe crederci

Write A Comment