Questo sito contribuisce all'audience de

Antonio Cassisa

Finalmente di nuovo in campo il Girone A della serie C. Dopo la lunga pausa e qualche ritocco alle rose le squadre hanno inaugurato il 2019 regalandoci subito qualche movimento in testa alla classifica. Classifica che naturalmente ci costringe non solo a guardare i punti guadagnati ma anche le gare disputate. Dato che purtroppo, come sappiamo, non è allineato.

La Pro Vercelli batte l’Arezzo grazie all’ex nerazzurro Max Gatto e balza in testa alla classifica approfittando del passo falso del Piacenza, fermato sul pari dal Pontedera. Non è bastata infatti ai piacentini la rete del neo arrivato Franco Ferrari per avere la meglio sui granata salvati dal destro di Daniele Mannini. Rete pesante quella dell’ex capitano del Pisa perchè pur non regalando ai suoi i tre punti che mancano da tempo, evita una sconfitta che avrebbe potuto compromettere l’obiettivo dei playoff ancora alla portata della squadra di Maraia. Mai così festeggiata la rete del numero sette granata che oltre al pubblico del Mannucci ha fatto esultare, come detto, il Silvio Piola e il Moccagatta di Alessandria espugnato dalla Carrarese di Baldini portando i marmiferi al secondo posto proprio in condominio col Piacenza. Vittoria per niente facile quella della Carrarese sui giovani della Juventus U23 che cedono solo a venti minuti dalla fine per la rete toscana di Rosaia in un incontro caratterizzato da un gran numero di legni colpiti (due per parte).

Anche la Virtus Entella scala la graduatoria battendo pesantemente l’Arzachena a domicilio, attestandosi a ridosso delle prime con un considerevole numero di partite ancora da recuperare e scavalcando in un sol boccone Pisa e Siena che all’Arena Garibaldi si son scontrate a suon di reti ma senza farsi male. Due a due termina infatti nell’anticipo serale sotto la torre e la gara regala molte emozioni agli oltre cinquemila spettatori, lasciando però un po’ a tutti alla fine il sapore amaro della vittoria sfumata.

In zona playoff vince anche la Pro Patria grazie alla rete del subentrato Gucci che all’ultimo minuto regala tre punti ai suoi al termine di una gara ricca di reti e capovolgimenti contro l’Olbia. A nulla vale infatti la doppietta di Ogunseye se non a dare l’illusione della vittoria per i galluresi. Illusione che dura poco più di mezz’ora, fino a quando il tecnico croato dei padroni di casa Javorcic non inserisce Gucci che ringrazia e segna la doppietta della vittoria.

L’ultimo gradino utile per gli spareggi promozione è occupato dal Novara, in gara lunedì sera nel posticipo contro l’Albissola, ma fa una gran gola al Gozzano, soprattutto dopo aver strapazzato il Cuneo, averlo scavalcato ed essersi portato ad un solo punto dagli agognati spareggi.

E in coda? Protagonista la Lucchese di Favarin che si aggiudica il derby toscano contro la Pistoiese, la supera in classifica e incassa tre punti preziosissimi. Fondamentale la punizione trasformata in goal dal figlio d’arte Lombardo, al suo quarto centro stagionale in rossonero.

Tutto questo per quel che si è visto in campo, ma occorre menzionare l’incontro Pro Piacenza–Alessandria, sospeso dal Presidente Ghirelli per “ … evitare che si scrivesse una vergognosa pagina del calcio italiano.” …. (un’altra? verrebbe da chiedersi).

Di certo c’è che solo a guardarla, la classifica della serie C, viene il mal di testa. Tra giornate che iniziano il venerdì e terminano il lunedì, orari che cambiano di settimana in settimana, campi neutri, stadi in condominio, squadre bis della serie A, squadre di C che vogliono la B, calendario che ha perso la bussola e turni infrasettimanali … ah! A proposito, mercoledì prossimo di nuovo tutti in campo. Ora tutti non ci scommetterei ma tra mercoledì e giovedì è in programma la 22^ giornata. Buona C e tanta pazienza a tutti!

Foto: Eleven Sports – Lega Pro

Write A Comment