Questo sito contribuisce all'audience de

Tutti i candidati a sindaco dicono di voler difendere l’aeroporto di Pisa dalle “mire” di Firenze. Ma come fare? La fusione della Sat (Società Aeroporto Toscano) che gestiva il Galilei con la Aeroporto di Firenze Spa, e la successiva nascita di Toscana Aeroporti Spa, quotata in Borsa, ha reso più difficile il controllo da parte dei pisani, politici e non. L’azionista di controllo, com’è noto è Corporacion America Italia, multinazionale del magnate armeno-argentino Eduardo Eurnekian, la cui capofila è presente in 53 aeroporti in Sud America ed Europa. L’operazione ha permesso a Pisa e Firenze di diventare tra gli undici aeroporti strategici d’Italia. L’operazione, fortemente sponsorizzata dal presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha ricevuto il via libera anche dai soci pubblici del Galilei: Comune di Pisa, Camera di commercio e Fondazione di Pisa. I problemi, però, sono dietro l’angolo, ed è sin troppo evidente che gli interessi e le ambizioni di Firenze non coincidano del tutto con quelli di Pisa. Fatta questa doverosa premessa, segnaliamo l’intervento del candidato a sindaco Antonio Veronese, che suggerisce la possibile strada con la quale lo scalo pisano potrebbe liberarsi dalla negativa influenza fiorentina.

“La città deve liberarsi dal giogo fiorentino, per farlo sarà necessario creare un’area metropolitana da poter contrapporre a quella fiorentina-pratese. Serve un sindaco che abbia la volontà di dialogare con tutti i colleghi dei comuni limitrofi e non sia fermato da veti romani,

I partiti, continuano a guardare solo il loro ombelico, senza offrire soluzioni concrete ai problemi della città. Pisa ha subito scelte partitiche, imposte ai cittadini.

La vicenda del Galilei è emblematica! La futura amministrazione di Pisa non dovrà più dipendere da decisioni partitiche imposte da Roma o Firenze.

Antonio Veronese è stato l’unico candidato sindaco a raccogliere l’appello di comprare delle azioni di Toscana Aeroporti, per poter partecipare all’Assemblea Societaria a Firenze a rappresentare gli interessi territoriali pisani.

Sollecitiamo la costruzione della terza pista obliqua del Galilei, per eliminare l’attuale impatto acustico sulla città.

Riproporremo una migliore mobilità pubblica verso i quartieri, l’Aeroporto civile e militare, il Sacrario di Kindu ed il Villaggio Azzurro, nonché maggior sicurezza ed illuminazione cittadina. Continueremo a chiedere seri studi d’impatto ambientale, che certifichino l’inesistenza di pericoli d’erosione del litorale pisano, causati dalla costruzione della Darsena Europa. A Pisa servono fatti, non chiacchiere!”.

Antonio Veronese 

Write A Comment

Preferenze di Privacy

Necessario

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l’accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

PHPSESSID, gdpr[allowed_cookies], gdpr[consent_types],

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L’intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC, act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs
PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC
act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs

Statistica

I cookie statistici aiutano i proprietari di siti Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e riportando informazioni in modo anonimo.

_ga, _gid
_ga, _gid

Preferenze

I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione in cui ti trovi.

_OneSignal_session, __cfduid,
_OneSignal_session, __cfduid,