Questo sito contribuisce all'audience de

–  Maurizio Ficeli
Il Monza vince per due reti ad uno la gara di andata della finale Playoff di Serie B con le reti di Dany Mota nel primo tempo e di Gytkjaer nella ripresa. Un punteggio pesante per gli uomini di Mister Luca D’Angelo che, però, non si sono mai arresi, accorciando le distanze nel recupero grazie ad un gol di Filippo Berra, che ha riacceso le speranze per affrontare la gara di ritorno, dove ai nerazzurri basterà vincere 1 a 0 per andare ai supplementari e poi, eventualmente, ai rigori.
Sarà una gara da cardiopalma, ma l’ambiente nerazzurro è pronto in tutte le sue componenti ad affrontarla con grande determinazione al fine di provare a dare concretezza a quel sogno che a Pisa manca da 31 anni. Sui tifosi, che dire: ancora una volta eccezionali ed encomiabili malgrado difficoltà varie e limitazioni che ne hanno condizionato la presenza, perché solo 677 biglietti messi a disposizione di una  tifoseria numerosa e passionale come quella pisana erano pochissimi, infatti sono stati polverizzati in meno di un ora, lasciando tanti supporters nerazzurri a bocca asciutta oltre al grande dispiacere nel non poter assistere alla gara in terra brianzola.Sicuramente una presenza piu numerosa della tifoseria pisana  incute sempre un certo timore a livello di sostegno e forse si è cercato di limitarne il numero anche per questo motivo. Dirò di più, di tagliandi non sarebbero bastati nemmeno il doppio, figuriamoci i soli 677 messi a disposizione.
Per una forma di protesta contro queste limitazioni inizialmente molti componenti del gruppo dei “Pisani al Nord” avevano deciso di non andare al “Brianteo” organizzandosi per vedere la gara da un pub di Milano, decisione indubbiamente sofferta che era stata annunciata da Francesco Fasulo, intervenuto lunedì scorso alla trasmissione “Noi siamo nerazzurri” condotta da Sandro Cacciamano (anche lui e signora costretti a rinunciare alla trasferta per mancanza di biglietti). È sicuramente dura l’idea di dover rinunciare ad una gara a pochi chilometri da casa, quando si è andati a seguire i nerazzurri fino a Lecce e Benevento. Però poi il buon Francesco deve averci ripensato, perché l’ho visto a Monza mentre stava facendo ingresso in curva. Meglio così, anche perché poi sappiamo tutti che del Pisa sia lui che il gruppo dei “Pisani al Nord” non possono davvero fare a meno.
Pisani al Nord al Brianteo
Il tifo nerazzurro ha fatto la sua parte anche in terra lombarda, anzi ad un certo punto si sono sentiti solo i Pisani, che hanno ballato e cantato anche dopo il triplice fischio finale finché non sono stati fatti uscire dallo stadio. Sin dal primo pomeriggio macchine, pulmini e minivan tappezzati di rossocrociato hanno fatto da scorta ai tre pullman organizzati dal Centro Coordinamento di Liana Bandini, dal Club Autonomo di Marco e Sabrina Pavolettoni e dal Kinzica Group nel percorso autostradale verso il capoluogo brianzolo. In tutti grande fiducia in un risultato positivo, anche se nel viaggio di andata, come di consueto, ci siamo imbattuti nei soliti rallentamenti autostradali, che ormai sono diventati un classico ovunque si vada e stavolta l’ingorgo c’è stato all’altezza del casello di Massa, anche se per fortuna è durato poco.
Il pullman del Centro coordinamento
Una nota di colore: durante il percorso autostradale si è potuto assistere allo sfrecciare di alcune Ferrari “Testa rossa”, e ciò ha catalizzato l’interesse degli automobilisti in viaggio. Dispiace purtroppo per quei tifosi che avevano già prenotato il posto sui pullman e che poi hanno dovuto disdire perché non sono riusciti ad accaparrarsi il ticket di ingresso al “Brianteo”.
Daniele e Marzia Galletti (Club autonomo)
Anche stavolta, grandi personaggi del tifo nerazzurro erano presenti in questa importante e decisiva trasferta in terra monzese. Nel pullman del Centro Coordinamento da citare stavolta, oltre alla presidentessa Liana Bandini ed il marito Claudio Carnicelli, il supertifosissimo di vecchia data Glauco, al secolo Galileo Taccola, di 82 anni, che anche quest’anno ha fatto tutte le trasferte eccetto Reggio Calabria e Benevento; poi Stefania Nencini, Maurizio Marchi, Simonetta Marrazzini,Ilaria Vettori, Massimo Di Gaddo, il Crotonese ma supertifosissimo del Pisa Felice Foresta, che tra l’altro è stato protagonista positivo, come si può leggere dalla cronaca locale di questi giorni, di un parto avvenuto in una casa a Cascina, ed a margine di questo episodio il buon Felice ha dichiarato: “In trent’anni di lavoro, è il primo parto che mi capita”, Della serie “c’è sempre una prima volta”.
Felice Foresta e Lorenzo “Loriano” Del Mancino

Altri tifosi da citare: Andrea Checchi e Maurizio Merlin,quest’ultimo originario di via Piave, Lorenzo detto “Loriano” Del Mancino: tutti ex ultras come il sottoscritto. Del “Club Autonomo” insieme a Marco e Sabrina Pavolettoni segnaliamo Andrea Giuntoli, l’avvocato Paolo Malasoma, i coniugi Daniele e Marzia Galletti, Vincenza Veltri, i coniugi Ciardi da Cenaia.Arrivato in auto, insieme ad altri tifosi, Nicola Barsotti, rappresentante slo per la società nerazzurra. Sosta ad un autogrill nei pressi di Lodi, pieno di pisani, tanti dei quali partiti ugualmente, anche senza ticket, perché per loro la fede per i nerazzurri è più forte di ogni ostacolo. Arrivati però ai cancelli dello stadio monzese, sono stati tenuti fuori.

Club Autonomo

Molta gente a rifocillarsi prima di avvicinarsi alla città brianzola, fra questi Paolo Bacciu, ex ultras della “Vecchia guardia”, pisano doc che vive all’Elba, ma questa distanza non gli crea problemi a seguire il suo amato Pisa, e la tifosissima Rosanna Roberto.

Club Autonomo

Arrivo a Monza verso le 19 e da lì allo stadio, sistemazione dei mezzi nel parcheggio a disposizione dei supporters ospiti ed ingresso nel settore riservato. Bel colpo d’occhio, come sempre, quello creato dai supporter della città della Torre Pendente, con le consuete schermaglie e gli scambi di sfottò. Tra le due tifoserie non corre buon sangue da anni, a causa di uno spareggio playoff al termine del campionato di serie C 2006/07 all’Arena, dove il Pisa conquistò la B proprio a spese dei monzesi: la ruggine è andata avanti in tutti questi anni ed ora le due compagini si sono ritrovate avversarie in una gara che conta la promozione nella massima.

VIDEO – Pisani a Monza (playoff 2022) – video

Cori incessanti dei tifosi nerazzurri malgrado lo svantaggio, che continuano anche durante l’intervallo. Purtroppo il Pisa subisce anche la seconda rete e quindi dovrà cercare di ribaltare lo svantaggio nella gara di ritorno. Ma nel recupero Berra accorcia le distanze ed i tifosi esplodono di gioia.

Sicuramente al ritorno non sarà facile, ma finché è acceso anche il più piccolo lumicino di speranza ci dobbiamo provare. I tifosi nerazzurri non si sono arresi fino alla fine, senza mai smettere di incitare gli undici di D’Angelo, salutando poi la squadra con una grande sciarpata al termine della gara. Da questa forza i nostri ragazzi devono ripartire per affrontare la gara di ritorno. Ribaltare il risultato non è impossibile. Fino alla fine, crediamoci ragazzi. E come dice il mitico Gianluca Montagna Bolano, altro grande personaggio del tifo pisano, con un video a fine gara, ora bisogna affollare l’Arena, mentre i tifosi nerazzurri  dentro la curva cantano in continuazione, coadiuvati da quelli rimasti fuori dallo stadio.

VIDEO – Gianluca Montagna Bolano incita il Pisa e i tifosi 

Un applauso a tutti loro oltre che alla squadra che ha fortemente voluto ed è riuscita ad accorciare le distanze, chiudendo la partita sul 2-1 e andando poi a raccogliere gli applausi meritati dei propri tifosi.

Maurizio Ficeli

– – – – – –

Monza – Di Gregorio; Caldirola, Marrone, Pirola (83′ Sampirisi); Molina, Ciurria (57′ Gytkjaer), Barberis, Mazzitelli (57′ D’alessandro), Carlos Augusto; Mota Carvalho (83′ Mancuso), Machin (78′ Colpani). A disp. Lamanna, Donati, Bettella, Antov, Paletta, Brescianini, Vignato. All. Giovanni Stroppa

PISA
– Nicolas; Birindelli, Leverbe, Hermannsson, Beruatto (78′ Berra); Marin (70′ Gucher), Nagy, Mastinu (61′ Sibilli); Benali (61′ Siega); Lucca, Puscas (70′ Torregrossa). A disp. Livieri, Delkic, Cohen Masucci, Di Quinzio, De Vitis, Marsura. All. Luca D’Angelo.

Marcatori: 9′ Mota (M), 73′ Gytkjaer (M), 93′ Berra (P)

Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata (Napoli)

Write A Comment