Questo sito contribuisce all'audience de

Maurizio Ficeli

Il Pisa conquista un pareggio a reti bianche al Paolo Mazza di Ferrara, che permette alla squadra di Luca D’Angelo di salvare il primato in classifica, in virtù del pari del Brescia, mettendo così alle spalle la brutta sconfitta casalinga contro il Frosinone di sabato scorso.

I nerazzurri hanno dimostrato di esserci. Dopo una fase iniziale di studio per entrambe le squadre, scese in campo tra l’altro con lo stesso modulo (4-3-1-2), il Pisa è partito a spron battuto per una buona prima mezz’ora. Poi si è registrata la reazione dei padroni di casa, che hanno colpito ben due legni: una traversa con Mancosu e un palo con Finotto. Alla fine, però, anche i nerazzurri hanno avuto una grandissima occasione da gol, sprecata da Marin (foto in alto). Il computo statistico dei tiri in porta, nel tabellino della gara, è di 4 a 1 in favore del Pisa (i due legni non vengono conteggiati).

A Ferrara è stata una bella giornata di sole anche se fredda. Si è giocato in un clima surreale per l’assenza dei tifosi nerazzurri che, a condizioni normali, avrebbero invaso il “Paolo Mazza”. Vedere il settore ospiti desolatamente vuoto, invece, ha destato una certa impressione. Da parte ferrarese c’erano 2859 paganti sparsi nei restanti settori dello stadio, con la gradinata degli ultras ferraresi (amici dei pisani) non piena, segno che anche i gruppi ultras estensi hanno adottato la stessa decisione dei gruppi della Nord pisana in occasione della gara con il Frosinone.

Quello conquistato dal Pisa è un punto d’oro, che dimostra che la gara con il Frosinone è stata solo una giornata storta. Ora c’è la sosta prima di affrontare i prossimi impegni, tutti ravvicinati. La pausa dunque è quanto mai salutare per recuperare al meglio coloro che hanno avuto problemi fisici o di debilitazione, a causa Covid. In più attendiamo gli inserimenti di questo mercato di gennaio. A livello societario il Pisa sta facendo le cose in grande e la maggior parte dei tifosi è convinta di potersi togliere grandi soddisfazioni. È l’anno buono, noi ci crediamo, forza Pisa!

SPAL – Thiam, Dickmann, Vicari, Meccariello, Celia, Da Riva (68′ Crociata), Viviani (76′ Esposito) Mora; Mancosu (89′ Rossi); Finotto (76′ D. Seck), Colombo (68′ Melchiorri). A disposizione: Pominini, Seculin; Capradossi, Heidenreich, Tripaldelli, D’Orazio, Zuculini. Allenatore: Roberto Venturato

PISA – Nicolas, Hermannsson, Leverbe, Caracciolo, Birindelli, Piccinini (59′ Tourè), Nagy, Marin; Cohen (73′ Mastinu); Masucci (68′ Sibilli), Marsura (59′ Lucca). A disposizione: Livieri, Dekic; Berra, Cisco, De Vitis, Siega, Mastinu, Gucher, Di Quinzio. Allenatore: Luca D’Angelo.

Ammoniti Vicari, Caracciolo, Birindelli, Mora, Mancosu, Mastinu, Lucca
Arbitro: Ayroldi Di Molfetta (Bari)

Foto: Gabriele Masotti

Write A Comment