Questo sito contribuisce all'audience de

Andrea Cosimi

Un Pisa tutto cuore batte il Benevento e aggiunge in classifica tre punti pesantissimi nell’economia complessiva del campionato.

La vigilia era stata giustamente caratterizzata da una certa preoccupazione legata alle veramente troppe assenze con le quali si era costretti ad affrontare una delle corazzate del torneo. Paradossalmente ciò ha costretto Mister D’Angelo ad alcuni accorgimenti tattici che, alla fine, si sono rivelati vincenti.

La prestazione è stata maiuscola, un Pisa nuovamente cortissimo, asfissiante in tutte le zone del campo, veloce nelle ripartenze, “cattivo” quanto basta. Tutti ampiamente promossi, ma come non sottolineare la gigantesca prestazione di Nicolas, la posizione a centrocampo di Gucher (dove il capitano è più a suo agio) ed il piacere di vedere all’opera Cohen

Non solo per il goal che ha deciso la partita, un gioiello di balistica (e non mi si venga a dire che voleva crossare), ma anche per la proprietà di palleggio e la capacità di cambiare gioco con le sue aperture.

Con ieri il giocatore israeliano, idolo in patria, diventa a tutti gli effetti un titolare su cui contare, dopo il periodo di ambientamento che non era normale che durasse ancora.

La splendida vittoria di domenica sera ci riporta al secondo posto in solitudine alla vigilia della trasferta a Brescia, sabato alle 16.15, dove affronteremo l’attuale capolista del torneo e, in quella occasione, riaccoglieremo Lucca e Nagy, due giocatori fondamentali nello scacchiere neroazzurro che sicuramente avranno fatto tesoro degli errori che li portarono alla espulsione di Cittadella.

Lucca deve stare tranquillo e tornare a segnare, e deve essere sempre più orgoglioso di vestire questa maglia che lo sta consacrando senza farsi distrarre minimamente dalla risonanza mediatica che c’è sul suo nome (perché è anche da questi particolari che si giudica un campione).

Finalmente siamo tornati alla vittoria, di fronte a poco meno di sei mila spettatori in una classica uggiosa serata autunnale: ci voleva proprio. C’è da prevedere un bell’esodo a Brescia, squadra molto forte e completa in tutti i reparti a cui però, ultimamente, sta anche girando tutto per il verso.

Con fiducia, per provare a riprendersi la vetta in solitaria, inizia il conto alla rovescia per quel giorno.

Risultati

Ternana-Cittadella 1-1
Spal-Alessandria 2-3
Frosinone-Lecce 0-0
Pordenone-Ascoli 0-1
Perugia-Crotone 2-0
Vicenza-Brescia 2-3
Parma-Cosenza 1-1
Reggina-Cremonese 1-2
Monza-Como 3-2
Pisa-Benevento 1-0

Classifica

Brescia 27 punti
Pisa 25
Lecce 24
Frosinone, Cremonese, Reggina 22
Ascoli, Monza 21
Perugia, Cittadella 20
Benevento, Como 19
Ternana, Parma 17
Cosenza 15
Spal 14
Alessandria 11
Crotone 8
Vicenza 4
Pordenone 3

Prossimo turno

Crotone-Vicenza
Lecce-Ternana
Alessandria-Cremonese
Cosenza-Spal
Benevento-Reggina
Ascoli-Monza
Frosinone-Pordenone
Brescia-Pisa
Perugia-Cittadella
Como-Parma

 

 

Foto: Gabriele Masotti

Write A Comment