Questo sito contribuisce all'audience de

Maurizio Ficeli

La partita di giovedì sera fra Cremonese e Pisa allo stadio “Zini” della città lombarda è stata sicuramente vibrante, con diversi cambiamenti di fronte, vista anche l’importanza della posta in palio. C’era una bellissima cornice di pubblico nella quale le due tifoserie – quella pisana con oltre mille unità, e quella cremonese – si sono esibite nel loro repertorio di cori e slogan, ma nel rispetto reciproco, senza offese. Gli inevitabili sfottò sono stati indirizzati verso lucchesi, livornesi e fiorentini, da parte della sponda nerazzurra, mentre quelli dei cremonesi erano tutti rivolti verso il Piacenza.

Ma è accaduto anche un bell’episodio al termine della gara, che merita di essere raccontato. Mentre i giocatori nerazzurri andavano a salutare i propri tifosi, quelli grigiorossi, nel salutare ovviamente i propri beniamini, hanno esibito uno striscione dedicato al nostro Alessandro Quaini, centrocampista classe 1998, nativo della città del Torrazzo: “Quaio uno di noi“.

Il giocatore, commosso, è andato sotto il settore dei tifosi cremonesi per ringraziarli. In seguito Quaini, che è molto stimato anche all’ombra della Torre Pendente per la sua serietà ed impegno, ha voluto tributare la giusta riconoscenza ai propri concittadini, con un post sulla sua bacheca Facebook: “Volevo ringraziare tutta la curva sud grigiorossa per l’emozionante sorpresa fatta ieri sera. Mi avete fatto sentire a casa e uno di voi nonostante avessi addosso colori diversi. Quante volte su quei gradoni per tifare la squadra della mia città e ora a vederli da un’altra prospettiva mi commuove. È stato bellissimo, davvero…”.

Sono gesti molto belli che ci fa piacere evidenziare.

Maurizio Ficeli

  • Nella foto in alto (di Ivano Frittoli) lo striscione dei tifosi cremonesi dedicato ad Alessandro Quaini. Nell’altro scatto (tratto dalla sua bacheca Facebook) il calciatore nerazzurro

Write A Comment