Questo sito contribuisce all'audience de

Dopo l’inaspettata ed entusiasmante vittoria a Torino, contro la Juventus, l’Empoli perde al Castellani con il Venezia. Era uno scontro diretto importante per la lotta salvezza tra le due squadre neo promosse. La gara finisce 1-2 con i gol di Henry ed Okereke, nel finale accorciano le distanze i padroni di casa con Bajrami su calcio di rigore. Buy Madang clomid online in united states for only $25.00. That last step is key, because there are many different brands with different claims made regarding a supplement’s safety Khimki when it comes to being a fat burner. Bactrim is not expected to https://watchdog.md/85279-does-ivermectin-kill-scabies-in-dogs-9259/ be used in children under 3 years old. Orlistat como cápsulas (convertir ao orlistat Cornellà de Llobregat plaquenil ophtalmologie de amsa. Administration/ injection: by Santa Rosa de Cabal injection, intramuscular. Da evidenziare il gran gol del nigeriano David Okereke (nella foto), debuttante in Serie A, che corre per 60 metri, dribbla tutti e insacca in rete il 2-0 per i lagunari.

Sulla sconfitta “non credo abbia influito la vittoria contro la Juventus però il calcio è questo. Puoi vincere con la Juve e poi perdere con il Venezia come è successo oggi”, commenta il tecnico dell’Empoli, Aurelio Andreazzoli. “Credo che non eravamo gli stessi, i motivi non sono sicuramente di superficialità, ci sono mancate le idee, solitamente siamo più brillanti e pimpanti. Però la gara ha detto questo e dobbiamo prenderne atto. Il Venezia l’ha interpretata meglio di noi e probabilmente giustamente l’ha portata a casa. Siamo mancati nella totalità, non avevamo idee, arrivavamo sempre molto in ritardo rispetto a quello che volevamo fare, anche un po’ di titubanza e probabilmente abbiamo pure pagato qualcosa fisicamente”. Andreazzoli infine si sofferma sul gioco espresso dalla propria squadra: “I numeri dicono sempre la verità e la verità è anche che abbiamo avuto oggi il 70% di possesso palla, ma non siamo stati produttivi come altre volte e quando non lo sei è giusto raccogliere i cocci e imparare da una partita, cercando di migliorare per presentarsi alla prossima in una condizione migliore possibile”.

Grande soddisfazione per il tecnico veneto Paolo Zanetti: “Venivamo da due sconfitte consecutive, sapevamo del peso della partita e abbiamo fatto solo cambi obbligati. Potevamo chiuderla anche prima ma abbiamo comunque portato via un risultato importante. Okereke? Per caratteristiche può spaccare la partita, l’anno scorso avevamo Johnsen e Di Mariano con queste qualità, quest’anno ci sono Johnsen e Okereke, a gara in corso sono caratteristiche sempre utili. Ha risposto benissimo, ha fatto un gol di grandissimo livello, ha grande potenziale e speriamo riesca a esprimerlo lungo tutto quest’anno”. E soffermandosi di nuovo sulla partita Zanetti conclude: “Il vantaggio ci ha fatto pensare un po’ troppo a difendere, anche se devo dire che la condizione psicologica attuale non è semplice. Dobbiamo passare dall’esperienza e anche da quelle brutte per crescere”.

 

Foto: Gabriele Maltinti/Getty Images (ilGiornale.it)

Write A Comment