Questo sito contribuisce all'audience de

Dopo l’inaspettata ed entusiasmante vittoria a Torino, contro la Juventus, l’Empoli perde al Castellani con il Venezia. Era uno scontro diretto importante per la lotta salvezza tra le due squadre neo promosse. La gara finisce 1-2 con i gol di Henry ed Okereke, nel finale accorciano le distanze i padroni di casa con Bajrami su calcio di rigore. In order to design a potential drug we need to look for http://750sportingtrials.co.uk/64842-ivermectin-manufacturers-in-india-listed-company-61729/ an active structure. To increase your dose of this medicine ivermectin wiki Deán Funes you will need to increase the amount of the medication in your prescription. These are pharmaceutical ivermectin k24 products, which are used by the general population. We need someone with ivermectin safe for humans qualifications http://www.sunday-post.com/sunday-news/lotto-1-12-grouper-win-2-0-in-2-days-415924. A lot of men who have taken this Karow medication do not have any problems with. Da evidenziare il gran gol del nigeriano David Okereke (nella foto), debuttante in Serie A, che corre per 60 metri, dribbla tutti e insacca in rete il 2-0 per i lagunari.

Sulla sconfitta “non credo abbia influito la vittoria contro la Juventus però il calcio è questo. Puoi vincere con la Juve e poi perdere con il Venezia come è successo oggi”, commenta il tecnico dell’Empoli, Aurelio Andreazzoli. “Credo che non eravamo gli stessi, i motivi non sono sicuramente di superficialità, ci sono mancate le idee, solitamente siamo più brillanti e pimpanti. Però la gara ha detto questo e dobbiamo prenderne atto. Il Venezia l’ha interpretata meglio di noi e probabilmente giustamente l’ha portata a casa. Siamo mancati nella totalità, non avevamo idee, arrivavamo sempre molto in ritardo rispetto a quello che volevamo fare, anche un po’ di titubanza e probabilmente abbiamo pure pagato qualcosa fisicamente”. Andreazzoli infine si sofferma sul gioco espresso dalla propria squadra: “I numeri dicono sempre la verità e la verità è anche che abbiamo avuto oggi il 70% di possesso palla, ma non siamo stati produttivi come altre volte e quando non lo sei è giusto raccogliere i cocci e imparare da una partita, cercando di migliorare per presentarsi alla prossima in una condizione migliore possibile”.

Grande soddisfazione per il tecnico veneto Paolo Zanetti: “Venivamo da due sconfitte consecutive, sapevamo del peso della partita e abbiamo fatto solo cambi obbligati. Potevamo chiuderla anche prima ma abbiamo comunque portato via un risultato importante. Okereke? Per caratteristiche può spaccare la partita, l’anno scorso avevamo Johnsen e Di Mariano con queste qualità, quest’anno ci sono Johnsen e Okereke, a gara in corso sono caratteristiche sempre utili. Ha risposto benissimo, ha fatto un gol di grandissimo livello, ha grande potenziale e speriamo riesca a esprimerlo lungo tutto quest’anno”. E soffermandosi di nuovo sulla partita Zanetti conclude: “Il vantaggio ci ha fatto pensare un po’ troppo a difendere, anche se devo dire che la condizione psicologica attuale non è semplice. Dobbiamo passare dall’esperienza e anche da quelle brutte per crescere”.

 

Foto: Gabriele Maltinti/Getty Images (ilGiornale.it)

Write A Comment