Questo sito contribuisce all'audience de

Ora che l’estate è iniziata sul serio, molti si stanno affannando per trovare il modo di passare qualche giorno in un luogo più fresco e ricaricare le batterie. ASCOLTA LA STORIA

A giudicare dagli studi di settore le famiglie sarebbero alla ricerca di ville con piscina, magari in un piccolo borgo più tranquillo, rifuggendo le località balneari che erano scelta quasi obbligata fino a pochi anni fa. Nonostante il revival degli anni 60 nella moda, nessuno sembra pronto a tornare alle canoniche quattro settimane d’agosto al mare, quella vacanza stanziale che era nei decenni del turismo di massa. Viene da domandarsi perché mai, in un’epoca così incerta come la nostra, pochi siano disposti a tornare alle origini ed impegnare l’intero monte ferie di un anno in un lungo soggiorno al mare, lontano da tutto e tutti. Possibile che i traumi del passato, le lunghissime giornate passate sotto l’ombrellone e le serate a passeggiare da un bar ad una gelateria per ammazzare il tempo abbiano reso definitivamente fuori moda la vacanza che molti di noi consideravano normale quando erano piccoli?

Il mondo è cambiato, l’agosto “chiuso per ferie” è sempre più un ricordo lontano ma quelle estati calme, tranquille, anche noiose erano davvero così orribili? Non tutto era da buttare. Passare l’estate anno dopo anno nella stessa località finiva col creare una città parallela, una casa fuori di casa che faceva sentire parte di un’altra comunità, quella degli “amici del mare”. Forse il passato delle “rotonde sul mare“, dei pomeriggi passati a ballare di fronte al juke-box non tornerà più e rimarrà confinato alle memorie dei più attempati o ai film d’epoca ma una cosa è certa: almeno per noi toscani estate vorrà sempre dire mare. Magari mordi e fuggi, ma sempre mare.

Voi come la pensate? Quali sono le vostre memorie più care legate alle estati al mare? Quale era la vostra località balneare preferita? Fatecelo sapere partecipando alla conversazione sui nostri profili social:
Facebook: https://www.facebook.com/larno.it
Twitter: @arno_it / @WhatsupTuscany

 

Foto: Thevision.com

Write A Comment