Questo sito contribuisce all'audience de

Charas2 (Ycrmp) di Giampiero Intrieri, Hero (Ycrmp) di Claudio Capuana, Nessuno (Ycrmp) di Andrea Pacinotti, Padawan (Ycrmp) di Luca Di Guglielmo, Paolissima (Cnv/Ycrmp) di Gianluca Poli, Pierrot Lunaire (Ycrmp) di Enrico Scaramelli, Podracer (Ycrmp) di Giovanni Manni, Sailplane (Ycrmp) di Davide Carpita e Scamperix (Ycrmp) di Ferruccio Scalari. Questa la pattuglia di imbarcazioni dello Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa che hanno partecipato alla 12ma edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar che si è appena conclusa. Un applauso va a Charas2, imbarcazione con tutti tesserati Ycrmp e per lo più allievi della scuola che hanno brillantemente coadiuvato lo skipper Giampiero Intrieri e il tailer Gherardo Martini.

Al via della regata più di 200 imbarcazioni, vento perfetto alla partenza e per quasi tutta la prova con le immancabili bonacce che hanno coinvolto tutte le imbarcazioni al passaggio dell’Isola d’Elba. Cielo stellato e una luna che a tratti si è fatta vedere tra le nuvole e che al suo sorgere aveva un bel colore rosso. La flotta del club pisano ha anche portato a casa una vittoria con Paolissima, il Grand Soleil 56 di Gianluca Poli che ha vinto la Coppa Gran Crociera arrivando al traguardo di Punta Ala alle 19,20 di lunedì 31 maggio. Sul podio anche Pierrot Lunaire col terzo posto tra i Gran Crociera gruppo 2. La partenza era stata data domenica 30 intorno alle 15 con la flotta che si è portata alle boe davanti a Marina di Pisa per poi fare rotta sulla Giraglia offrendo uno spettacolo meraviglioso visto da terra.

Una manifestazione che ha riportato la vita sulle banchine dopo un anno di sosta forzata e la gioia era palpabile negli sguardi di tutti. Unica nota negativa, per la nostra zona, l’assenza di barche nel Porto di Pisa che ha preferito non essere coinvolto in questa manifestazione internazionale togliendo agli alberghi, ai ristoranti, alle pizzerie, alle gelaterie e ai supermercati la possibilità di vedere affluire centinaia di regatanti con tutte le loro necessità, che erano state ampiamente soddisfatte nelle scorse edizioni, a tutto vantaggio degli esercenti livornesi. Un vero peccato! Per la cronaca da registrare il successo tra gli Ior Legend, nuova categoria inserita in questa edizione, di Mefistofele (Ycl) del pisano Giovanni Lombardi che si è aggiudicato il Trofeo col sesto posto assoluto e primo anche nella classe Orc C.

Write A Comment