Questo sito contribuisce all'audience de

L’appassionante sfida tra gli albergatori, con lo chef stellato Bruno Barbieri in veste di giudice esperto di hôtellerie, fa tappa in Toscana, con una puntata dedicata alle dimore storiche. Dove un tempo c’erano castelli, chiese, canoniche e palazzi storici oggi si possono trovare delle splendide strutture ricettive. Quattro di queste si sfideranno nella seconda puntata di “4 Hotel”, in onda giovedì 20 maggio alle ore 21.15 su Sky Uno. In gara “Torre dei Belforti” di Luca; “Locanda dei Logi” di Alessio; “Castello di Tornano” di Patrizia; “Villa Le Fontanelle” di Luisella.

Barbieri e i quattro concorrenti trascorreranno un giorno e una notte nei reciproci alberghi. Un’esperienza completa con diversi aspetti da valutare: l’accoglienza, lo stile, la pulizia, i servizi offerti e, più in generale, la capacità dell’albergatore di trasformare un semplice pernottamento in un’esperienza indimenticabile favorendo la conoscenza/scoperta di un territorio.

Dopo il pernottamento è prevista la colazione e, terminato il check-out, i concorrenti sono chiamati a esprimere i propri giudizi suddivisi su cinque categorie: location, camera, servizi, prezzo e, per la prima volta, la colazione. Tutti i voti sono da 1 a dieci. A esprimere una valutazione sull’esperienza fatta è anche Barbieri, il cui giudizio può confermare o ribaltare quello dato dagli albergatori.

I quattro concorrenti toscani

“Torre dei Belforti” a Montecatini Val di Cecina (Pisa) –  Ex torre di avvistamento alta 28 metri, risale alla prima metà del XIV secolo. Luca, ex giornalista, nel 2013 si trasferito qui da Roma con la sua famiglia e ha trasformato la torre in un Bed & Breakfast, a conduzione familiare, con tre camere e una “dépendance”, un appartamento da 6 posti letto nel centro del borgo.

Locanda dei Logi” a San Gimignano (Siena) – L’edificio è un’ex canonica del 1100 tra le colline di San Gimignano trasformata in agriturismo nel 2018. Prima la struttura era utilizzata per l’azienda vinicola della famiglia di Alessio, che poi ne ha ricavato una struttura alberghiera formata da 6 suites con un arredamento ricercato. La locanda ha anche un’enoteca.

“Castello di Tornano” a Gaiole in Chianti (Siena) – Siamo in un castello dell’XI secolo tra Firenze e Siena, territorio per molto tempo conteso dai Guelfi e i Ghibellini. La struttura, da sempre di proprietà della famiglia di Patrizia, dal 2000 è stata trasformata in agriturismo di lusso. A gestirlo è Patrizia con le sue sorelle. In tutto sono dieci suites con una bella piscina.

“Villa Le Fontanelle” a Careggi (Firenze) – Villa medicea che nel ‘400 Cosimo de’ Medici donò al filosofo Marsilio Ficino. Nell’800 fu ristrutturata secondo uno stile romantico e neogotico. Si gode di una bellissima vista di Firenze. Acquistata da Luisella come casa per abitarci, con la figlia ha deciso di creare un Bed & Breakfast di lusso. Luisella, che ha anche un negozio di antiquariato francese, ha arredato personalmente le sei camere della villa.

Write A Comment