Questo sito contribuisce all'audience de

Tommaso Giacomelli

Alla fine scoppia la grande festa Viola, dopo la miglior partita disputata dalla Fiorentina in tutto il campionato. A farne le spese è stata un’ottima Lazio, in piena lotta per la qualificazione in Champions League, ma fermata nella sua corsa da una squadra Viola, mai così concentrata, unita e battagliera sul campo. Il 2 a 0 finale per gli uomini di Iachini, porta la firma di Dusan Vlahovic, autore di un’altra ennesima doppietta. Adesso, sono 21 i gol stagionali per il giovane serbo, soltanto altri quattro giocatori stranieri della Fiorentina erano riusciti a compiere questa piccola impresa.

Gli onori della cronaca spettano indubbiamente al numero 9 gigliato, che è riuscito a battere Reina con un tocco ravvicinato nel primo tempo e con un colpo di testa nel secondo, per mettere in cassaforte tre importantissimi punti. Stavolta bisogna esaltare la compattezza di ogni reparto, la prestanza fisica del centrocampo, con un Pulgar duttile e attento a guadagnare sempre la posizione ideale, nonché la concentrazione della difesa mai così sul pezzo come nella serata del Franchi al cospetto dei bianco-celesti. A vedere una partita del genere, aumenta il rammarico per quello che poteva dire questa squadra sul campo durante tutto l’arco della stagione e che, invece, non ha fatto.

Bravo anche Iachini a scegliere Castrovilli al posto di Ambrabat, con il numero dieci entrato di prepotenza in tutte le occasioni da gol, compresa la splendida azione che ha portato alla prima rete di Vlahovic, con l’ottimo assist di Biraghi. Bene anche Dragowski, che anche stavolta si è superato sullo 0 a 0, con una parata superlativa su tiro – quasi a colpo sicuro – da parte di Correa. Senza quell’intervento, sicuramente la partita avrebbe potuto girare in un altro modo. Ottimo anche Milenkovic, già con le valigie pronte, così come Pezzella e Caceres bravi tatticamente e nelle marcature.

Questo risultato, quasi inaspettato, lancia la Fiorentina a 38 punti, quando mancano ancora tre giornate al termine del campionato. La vittoria contro la Lazio fa respirare e ipoteca quasi con certezza la permanenza dei gigliati in Serie A, un risultato sicuramente al di sotto delle aspettative di inizio stagione e che comunque non salva un campionato sofferto e tribolato oltre ogni misura.

Foto: Michele Nucci/LaPresse (ilGiornale.it)

Write A Comment