Questo sito contribuisce all'audience de

La crisi economica, il mercato in costante evoluzione ed il cambio delle abitudini dei consumatori stanno costringendo molti produttori di vino toscani a guardare all’innovazione per riuscire ad espandere le proprie quote di mercato. Le risposte variano molto: si va da chi auspica un ritorno ad una coltivazione più naturale per migliorare la qualità del vino a chi si inventa soluzioni all’avanguardia, come invecchiare le bottiglie di vino a 40 metri di profondità sotto il mare, dove la temperatura è costante per tutto l’anno. Ci sono però anche tentativi decisamente meno ortodossi, come quello di una giovane cantina veronese che ha deciso di offrire il vino non in bottiglia ma in lattine di alluminio monodose super colorate con tanto di codice QR e personaggi che strizzano l’occhio ai cartoni americani. ASCOLTA LA STORIA SUL PODCAST

Quale sarà la strada migliore per garantire la sopravvivenza di una tradizione millenaria come quella del vino in Toscana (e non solo)? Fatecelo sapere partecipando alla conversazione sui nostri canali social:
Facebook: https://www.facebook.com/larno.it
Twitter: @arno_it

 

Foto: Pixabay

Write A Comment