Questo sito contribuisce all'audience de

Andrea Cosimi

Confesso, non mi aspettavo una vittoria in scioltezza come quella avvenuta ad Ascoli: troppi gli assenti, a parte quelli di lungo corso Sibilli e Masucci affrontare quella che per i marchigiani doveva essere quasi la partita della vita senza Mazzitelli, Vido, Birindelli e Varnier mi sembrava veramente difficile. Non avevo fatto bene i conti con il valore assoluto del gruppo creato con sapienza da D’Angelo e dalla Società: l’identità. Perché è dalla stagione che si concluse in modo trionfale ed indimenticabile con la vittoria a Trieste che il Pisa dimostra unità e si muove sempre nella stessa maniera, anche se cambiano gli attori in campo.

Guardiamo ieri: squadra cortissima, “cattiva”, spietata, eppure il Mister l’aveva di nuovo profondamente cambiata e tutti si sono mossi alla perfezione, come una orchestra nella quale ognuno sa esattamente cosa deve fare e quando deve farlo. Si sale così a quota 36, a due punti dalla zona playoff e con otto punti di vantaggio sul quintultimo posto. Intanto la Salvezza si avvicina, e sull’importanza prospettica di questo obiettivo siamo tutti d’accordo, sarà la base per spiccare definitivamente il volo. Ma sabato potremmo veramente cominciare a pensare ad un altro finale in campionato, a patto di affrontare la Reggina nello stesso modo oculato e determinato con il quale abbiamo agilmente battuto l’Ascoli. I calabresi sono sicuramente più forti ed attrezzati dei marchigiani, possono far male davanti ma possono altrettanto facilmente subire reti, giocano aperti ed adesso più tranquilli dopo una partenza che li aveva relegati nei bassifondi della classifica.

Il Pisa deve continuare la sua strada, e per farlo non dovrà mai smarrire questa meravigliosa identità che non tutte le avversarie hanno, una identità che potrebbe un giorno non lontano portarci di nuovo nell’Olimpo del calcio dopo trenta lunghi anni di assenza e di sofferenze.

Risultati

Venezia-Reggiana 2-1
Frosinone-Monza 2-2
Lecce-Entella 0-0
Cittadella-Pescara 0-1
Ascoli-Pisa 0-2
Chievo-Pordenone 3-0
Salernitana-Spal 0-0
Reggina-Empoli 0-3
Brescia-Cosenza 2-0
Vicenza-Cremonese 3-1

Classifica

49 – Empoli
45 – Venezia
44 – Monza
43 – Salernitana
42 – Chievo
40 – Lecce, Cittadella
38 – Spal
36 – Pisa
34 – Frosinone
33 – Pordenone
32 – Reggina
31 – Vicenza
30 – Brescia
29 – Cremonese
28 – Reggiana
26 – Cosenza
22 – Ascoli, Pescara
19 – Entella

Prossimo turno

Cosenza-Frosinone
Cremonese-Salernitana
Pescara-Spal
Entella-Ascoli
Pisa-Reggina
Venezia-Brescia
Monza-Pordenone
Empoli-Cittadella
Reggiana-Lecce
Chievo-Vicenza

 

Foto: Fabio Urbini/LaPresse (ilGiornale.it)

Write A Comment