Questo sito contribuisce all'audience de

Andrea Cosimi

Brucia tantissimo la nuova sconfitta esterna dei Neroazzurri ed ha un peso specifico, visto che lo scontro diretto con la Cremonese è stato perso. Dopo ventuno giornate il Pisa non ha ancora trovato la quadra nella fase difensiva: fino ad un mese fa sembrava ciò fosse avvenuto, ma dalla trasferta di Chiavari si sono inesorabilmente riviste le amnesie difensive, abbiamo ricominciato a farci sorprendere nelle ripartenze e continuiamo a soffrire sui palloni alti e sui traversoni. I primi quindici minuti di Cremona siamo stati imbarazzanti dietro, e francamente non capisco proprio il motivo di andare a cercare ogni volta moduli e uomini diversi. Giusto il turn over, ci mancherebbe, tiene tutti pronti mentalmente ad entrare in campo e dare il proprio contributo, ma quando sai di avere una delle difese in assoluto più perforate della serie B almeno in quella zona del campo bisogna trovare stabilità.

A Cremona è poi andata in scena l’ennesima direzione arbitrale che ci ha danneggiato: i grigiorossi si salveranno agilmente e certo si leccano i baffi non solo per la innegabile bella prestazione, complessivamente sono stati più vivi e determinati del Pisa, ma anche per due sviste incomprensibili del direttore di gara. Già all’andata eravamo stati privati della vittoria per una scellerata decisione sul regolarissimo goal di Masucci, al ritorno si è chiuso il cerchio.

A Chiavari, se è giusto ammettere che nel secondo tempo fummo disastrosi, non dimentichiamoci che ci furono negati un rigore solare ed un goal limpido che avrebbero sicuramente cambiato le sorti della gara. Con il Frosinone un fallo di mani plateale non è stato sanzionato. Non capisco il silenzio e l’eccessivo “fioretto” del Pisa su questo argomento, da altre parti si lamentano e ottengono quasi puntualmente compensazioni, c’è già da preoccuparsi della direzione arbitrale di domani…

Qui la B è un boccone per ghiotti, un tesoro irrinunciabile di base economica per i progetti futuri, dietro di noi tutte si sono rinforzate, alcune squadre ben più di noi (ma prendere anche un giocatore che facesse tirare il fiato a Gucher no? Quando manca si vede chiaramente che si spegne la fantasia).

Qui c’è una Salvezza tutta da conquistare, sei punti di vantaggio sulla quint’ultima sono pochi, specialmente se si pensa che il Pisa adesso affronterà le prime tre della classe e che la coda si muove con sempre più continuità. Contro Salernitana, Monza ed Empoli occorrerà un Pisa più cattivo e pragmatico, e soprattutto una fase difensiva ringhiosa e meno leggerina. Già siamo preoccupati per gli arbitraggi che riceveremo, qui ci scontriamo anche con tre potenze diplomatiche della serie cadetta, se poi ci mettiamo pure del nostro…

E peccato non esserci, questa Arena vuota anche basta, domani la spinta del nostro pubblico avrebbe potuto fare la differenza. Sveglia Pisa, sveglia davvero, e basta parlare di playoff e derby con la Fiorentina, piedi per terra, umiltà e determinazione per arrivare prima possibile alla permanenza in serie B, ancora tutta da conquistare.

Risultati

Lecce-Ascoli 1-2
Salernitana-Chievo 1-1
Brescia-Cittadella 3-3
Cosenza-Spal 1-1
Frosinone-Venezia 1-2
Pescara-Reggina 0-2
Cremonese-Pisa 2-1
Monza-Empoli 1-1
Pordenone-Vicenza 1-2
Reggiana-Entella 2-1

Classifica

42 -Empoli
36 -Monza, Chievo e Salernitana
35 -Cittadella e Spal
32 -Venezia
31 -Lecce
29 -Pordenone
28 -Frosinone
27 -Pisa
25 -Vicenza
23 -Cremonese
22 -Brescia e Reggina
21 -Cosenza e Reggiana
20 -Ascoli
17 -Entella
16 -Pescara

Prossimo turno

Empoli-Pescara
Lecce-Brescia
Spal-Pordenone
Pisa-Salernitana
Venezia-Cremonese
Vicenza-Monza
Cittadella-Cosenza
Ascoli-Frosinone
Reggina-Entella
Chievo-Reggiana

 

Foto: L’uscita pericolosa del portiere Carnesecchi su Palombi (di Gabriele Masotti)

Write A Comment