Questo sito contribuisce all'audience de

Stavolta neanche il più scettico tifoso nerazzurro avrà niente da dire. È fatta! (come disse Francesco Fasulo la sera del 22 dicembre 2016 davanti al notaio di piazza della repubblica, a Milano, in diretta con 50 Canale). Il Pisa passa nelle mani del miliardario russo-britannico Alexander Knaster. Tutto vero, tutto messo nero su bianco.

“Il Pisa Sporting Club comunica la formalizzazione, in data odierna, del trasferimento del 75% delle quote societarie, e quindi dell’attuale quota di maggioranza, dalle Famiglie Ricci e Paletti ad Alexander Knaster. Il restante 25% resterà di proprietà della Ma.Gi.Co srl detenuta dalla famiglia Corrado come simbolo di continuità e come testimonianza della validità del progetto societario e sportivo avviato”.

Le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, che L’Arno.it aveva colto a Milano e riscontrato in altre sedi (da ultimo dal vicepresidente Mirko Paletti) erano più che fondate. Per il Pisa Sporting Club inizia una nuova era.

“Il Pisa Sporting Club nel dare il benvenuto ad Alexander Knaster intende ringraziare Enzo Ricci e Mirko Paletti per il contributo umano, professionale ed economico garantito in questi anni, fondamentale input per il percorso intrapreso dalla Società e per le importanti e significative soddisfazioni sportive già vissute”.

“Si chiude un’avventura emozionante – dichiara Enzo Ricci – e si chiude nel migliore dei modi, nel bel mezzo di un percorso virtuoso capace di attrarre un personaggio di alto profilo internazionale. Grazie alle qualità e alle capacità di tutte le persone che mi hanno accompagnato in questa esperienza, siamo riusciti a portare il Pisa Sporting Club dalle macerie economiche e sportive che ci hanno accolto nel nostro primo anno sotto la Torre, fino alle prospettive e alle ambizioni che accompagnano questo giorno così importante, passando attraverso giornate indimenticabili come quella di Trieste (e chi la può dimenticare? ndr) e molte soddisfazioni umane e professionali. Il mio grazie – prosegue Ricci – è rivolto poi ai tifosi, alla squadra, allo staff e a tutte le persone che hanno lavorato e collaborato con noi. Lascio il Club in ottime mani, ne sarò sempre tifoso”.

Soddisfazione ed emozione anche dalle parole di Mirko Paletti: “Il lavoro di questi anni, svolto con la Città di Pisa, con i tifosi e in particolare con i miei compagni di viaggio, mi ha fatto capire il vero significato della parola ‘squadra’. Sicuro che tali valori risiedano nel nuovo azionista, lascio con un pizzico di tristezza nel cuore che resterà a vita nerazzurro”.

Sui propri canali social l’emittente tv 50 Canale riporta le primissime dichiarazioni di Knaster: “L’operazione di oggi è motivo di orgoglio ed è un onore essere associato ad una città e ad una società calcistica storica come il Pisa. Il mio investimento è solo l’inizio di un percorso che accompagnerà la squadra e la società verso nuovi traguardi sportivi e non. Ho intenzione di supportare il management, coordinato dal Presidente Giuseppe Corrado, e di accompagnare la società anche nel processo di ammodernamento delle sue infrastrutture secondo la visione condivisa. Forza Pisa!!!”.

I tifosi nerazzurri ora possono sognare. Con la gioia di aver trovato un proprietario ricco e appassionato di calcio e la tranquillità di avere sempre, nella società, un uomo di spessore come Giuseppe Corrado.

Write A Comment