Questo sito contribuisce all'audience de

Andrea Cosimi

Finalmente pausa in serie B, se pur breve: il campionato riprenderà infatti già venerdì 15 gennaio, mentre sabato 9 si disputerà il recupero Reggiana-Cittadella. Il Pisa va al riposo forte di una bella serie positiva e di una ritrovata continuità, sotto tutti i punti di vista. Questo fa ben sperare, ma i numeri non consentono tranquillità: solo qualche settimana fa la situazione in coda sembrava pesantissima per diverse squadre, mentre adesso il nostro vantaggio sul quintultimo posto è di 5 punti, e di soli sette sull’Ascoli, attualmente ultimo in classifica.

Se è pur vero che Pisa, Vicenza e Reggiana, nella parte destra della classifica, devono recuperare una partita (e per nessuna delle tre l’avversario sarà semplice…), va anche detto che gli exploit dell’Entella (tre vittorie consecutive) e dell’Ascoli, sette punti in tre partite, non consentono di dormire sugli allori: i Neroazzurri sono reduci da tre pareggi consecutivi, e in B il punto a partita non mette al riparo da sorprese.

Il pareggio che pesa è quello di Cosenza, senza dubbio una partita che avremmo potuto stravincere e che invece, per sfortuna e nostri errori, per poco non perdevamo. Graduatoria cortissima dunque, anche se le prime dieci hanno dato fino ad ora l’idea di avere altro passo ed altra caratura.

Il Pisa a Venezia (gran bel gruppo) ancora una volta ha dimostrato di essere squadra vera, con una identità ben definita, e dunque sempre capace di giocare alla pari con tutti. Sono certo che, nel girone di ritorno, le batoste prese con Empoli, Salernitana, Cittadella e Spal troveranno adeguata “vendetta”, così come ci sarà da riprendersi, a Cremona, quei due punti che ci furono tolti da una direzione arbitrale ancora incomprensibile e non abbastanza rimarcata, a differenza di quanto si lamentano molti dei nostri avversari.

Sicuramente il mercato che si è aperto vedrà diverse operazioni di rafforzamento per tante squadre. C’è da augurarsi che anche il Pisa possa intervenire dove occorre, perché un laterale sinistro manca e pure in mezzo al campo siamo sostanzialmente corti. E Birindelli e Lisi sono due ottimi giocatori, ma nella fase difensiva danno l’idea di essere riadattati, viste le loro evidenti attitudini offensive. Pure un rimedio ai disagi sulle palle alte nella nostra area dobbiamo trovarlo.

Su Gori staremo a vedere, ma Perilli, giustamente criticato nelle prime apparizioni, cresce giornata dopo giornata, in silenzio e con applicazione, facendo capire a tutti che le critiche, se poste correttamente e costruttivamente, possono solo aiutare e far da stimolo.

Nella diciassettesima appena disputata l’Empoli si isola in vetta, ma dietro rinvengono forte Monza e Spal.

Risultati

Cosenza-Empoli 0-2
Venezia-Pisa 1-1
Lecce-Monza 0-0
Ascoli-Reggina 2-1
Reggiana-Pescara 0-1
Entella-Cittadella 1-0
Salernitana-Pordenone 0-2
Cremonese-Chievo 0-2
Frosinone-Spal 1-2
Brescia-Vicenza 0-3

Classifica

34-Empoli
31-Salernitana
30-Monza
29-Spal
27-Cittadella
26-Lecce
25-Frosinone e Venezia
24-Chievo e Pordenone
21-Brescia
20-Pisa
19-Vicenza
17-Reggina
16-Pescara
15-Cremonese, Reggiana e Cosenza
14-Entella
13-Ascoli

N.B. Cittadella e Chievo due partite in meno; Frosinone, Pisa, Vicenza e Reggiana una partita in meno

 

Foto:  Paola Garbuio/LaPresse (ilGiornale.it)

Write A Comment