Questo sito contribuisce all'audience de

Il Consiglio regionale della Toscana ha approvato all’unanimità una mozione presentata da Luciana Bartolini (Lega) e Mario Puppa (Pd) che impegna il presidente e la giunta ad attivarsi per la valorizzazione e la promozione dei prodotti e dell’attività dei produttori di birra artigianale in Toscana. Diversi (e tutti importanti) gli obiettivi: far emergere le eccellenze, incentivare il ricorso a materie prime locali rafforzando il legame con il territorio e le filiere produttive agricole toscane, conquistare nuove quote di mercato in Italia e all’estero con prodotti di alta qualità, incrementando la crescita del made in Tuscany e made in Italy nel mondo.

Le birre artigianali sono sempre più apprezzate dai consumatori, sempre alla ricerca di nuovi prodotti da scoprire e gustare. In Toscana già ce ne sono di ottime ma, con la dovuta attenzione da parte delle istituzioni, il settore può crescere ancora molto portando grandi soddisfazioni al territorio. Proprio per questo l’iniziativa del consiglio regionale è lodevole e merita di essere conosciuta. E ancora più importante è il fatto che il sostegno alla mozione sia stato bipartisan, a conferma del fatto che quando un’idea è buona è giusto sostenerla, superando le divisioni politiche.

Per chi non lo sapesse la birra artigianale è quella non sottoposta a pastorizzazione e microfiltrazione, prodotta da piccoli birrifici indipendenti. La produzione annua non supera i 200mila ettolitri. La Toscana è tra le prime cinque regioni italiane come numero di aziende, con 121 birrifici censiti, alcuni dei quali capaci di farsi apprezzare a livello internazionale. “È importante promuovere una birra con materie prime nazionali, una birra italiana al cento per cento – ha sottolineato Luciana Bartolini illustrando il testo della mozione. – Può incrementare la nostra produzione di orzo e luppolo”. “Condividiamo le finalità di integrare la produzione artigianale di birra con il tessuto agricolo toscano – ha aggiunto Mario Puppa – in particolare collegandola all’uso di prodotti della nostra regione, una vera eccellenza”.

 

Foto: Pixabay

Write A Comment