Questo sito contribuisce all'audience de

Il vino toscano, si sa, è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Il Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana, che conta 313 aziende associate e una produzione di circa 6 milioni di bottiglie all’anno, si presenta alla Milano Wine Week, primo evento di settore del 2020, facendosi portavoce di una “Toscana alternativa” del vino, in grado di attirare sempre di più, e con merito, l’apprezzamento del mercato e della critica.

Francesco Mazzei, presidente del Consorzio, spiega che “il digital è stato d’aiuto per continuare a lavorare a distanza in questi mesi ma è tempo anche di ripartire nel rispetto delle attuali norme. Il confrontarsi quotidianamente con il proprio mercato, i propri competitor e il proprio target è per il nostro settore fondamentale. Abbiamo deciso di essere alla Milano Wine Week, per dare l’opportunità alle nostre aziende di sfruttare uno strumento che mette a disposizione un contesto reale, in presenza, e un’amplificazione virtuale attraverso una piattaforma che ci consente di rivolgerci anche a un pubblico internazionale”.

Il programma

Il vino della Maremma Toscana sarà protagonista di tre degustazioni guidate che si terranno a Palazzo Bovara. Gli appuntamenti sono in programma il 5 Ottobre. Si parte dalle 14.00 con il “Viaggio tra i Rossi autoctoni della Maremma Toscana“, un ricco itinerario per conoscere i vini rossi da vitigni autoctoni. Gli amanti del vino potranno scoprire che la Toscana non solo è ricca di storia e cultura ma vanta anche un’antichissima tradizione viticola dalla notevole biodiversità, dove non esiste solo il Sangiovese.

Alle 16.00 un altro appuntamento dal titolo: “Otto motivi per apprezzare i grandi vitigni rossi internazionali della Maremma Toscana“. Sicuramente la Toscana è una terra di tradizione, ma bisogna anche ricordare che un terzo della superficie coltivata a vigneti è impiantata con varietà rosse da vitigni internazionali, utilizzate in purezza o in blend per dare vita ai Super Tuscan.

L’ultimo appuntamento, alle 20.45, è dedicato a uno dei protagonisti dell’estate 2020, il Vermentino. Il titolo dell’incontro è: “Alla scoperta della TOP 10 del Vermentino Grand Prix 2020“. Un vitigno, questo, che è diventato l’emblema dei vini bianchi della Maremma Toscana. Dopo la prima edizione del Vermentino Grand Prix, tenutasi a luglio, questa è l’occasione per scoprire la top ten dei Vermentini Doc Maremma.

I vini della Maremma Toscana potranno essere assaggiati da tutti gli appassionati il 7 Ottobre, dalle ore 16 alle 20, al Babila Building di Corso Venezia 2, con degustazioni organizzate in piena sicurezza: chi lo vorrà potrà assaggiare i vini raccontati durante le masterclass di cui abbiamo parlato sopra. Perché oltre alle parole bisogna dare spazio anche al palato e all’olfatto.

Francesco Mazzei, presidente Consorzio Tutela Vini Maremma Toscana (foto di Federico Giussani)

Write A Comment