Questo sito contribuisce all'audience de

“Siamo venuti a giocarci questa partita con la giusta personalità. Se fai qualche sbavatura, l’Inter ti colpisce. Poi abbiamo ribaltato il risultato, avevamo l’occasione per chiuderla sul 4-2. Perdiamo questa partita con grande rammarico, un pareggio comunque ci stava stretto per quanto creato”. L’allenatore della Fiorentina, Beppe Iachini, è amareggiato dopo la sconfitta di sabato sera contro l’Inter. La Viola ha messo paura all’Inter di Conte e il pareggio sicuramente sarebbe stato il risultato giusto, anzi, se Vlahovic non avesse sprecato una ghiotta occasione al 36′ del secondo tempo ora racconteremmo un’altra storia. Ma il calcio, come la vita, non si scrive coi se.

La Fiorentina torna a casa con la coda tra le gambe. Ma la consapevolezza di aver disputato una grande partita, grazie soprattutto a un Ribery stratosferico, che ha giocato da grande campione quale è, bevendosi la difesa nerazzurra e regalando colpi da maestro del calcio, nonostante i 37 anni.

Partita piena di colpi di scena

Al vantaggio viola siglato al 3′ da Kouamé (ma diciamolo, grazie anche a una grande dormita della difesa dell’Inter) risponde Lautaro Martinez al 47′ con un gran tiro, servito dopo una bella sgroppata di Barella. L’autogol di Ceccherini al 52′, sempre su tiro di Lautaro, porta l’Inter avanti. Al 57′ con Castrovilli e al 63′ con Chiesa la Viola si riporta in vantaggio e mette paura ai padroni di casa. Il rimescolamento delle carte di mister Conte, che getta nella mischia Vidal, Hakimi, Nainggolan e Sanchez, riporta la situazione in parità, grazie a Lukaku all’87. A regalare l’inattesa vittoria all’Inter è D’Ambrosio, con un gran colpo di testa all’89’ su assist al bacio di Sanchez.

Commisso: “Inter forse migliore squadra d’Italia”

“Questo è il calcio, si vince e si perde in pochi minuti”, dice il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ai microfoni di Dazn. “L’Inter è forse la squadra migliore d’Italia, noi siamo giovani e siamo più forti dell’anno scorso. Ci stava un pareggio oggi, eravamo avanti per due volte e non l’abbiamo chiusa. Loro hanno messo dei cambi da 40 milioni l’uno alla fine, sono fortissimi”.

Foto: Fiorentina Acf (Facebook), Inter Fc (Facebook)

Write A Comment