Questo sito contribuisce all'audience de

Forse serve ancora qualche rinforzo (qualcuno dice una punta) e bisognerà oliare ancora il gioco, ma partire con tre punti fa sempre bene al morale e, ovviamente, alla classifica. La Fiorentina batte il Torino 1-0 grazie a un gol al 78′: Chiesa è velocissimo, semina Ansaldi e crossa sul lato opposto dove arriva Castrovilli in corsa, brucia Izzo e batte Sirigu da due passi. Il Toro si ributta in avanti e prima del triplice fischio spaventa Dragowski prima con Zaza, poi con una grande girata di Belotti che segna, ma la rete viene annullata dalla segnalazione del fuorigioco.

Qual è l’obiettivo della Fiorentina 2020-2021? “Dobbiamo fare meglio dell’anno scorso – dice il presidente Rocco Commisso ai microfoni di Sky Sport – e stare nel lato sinistro della classifica”. Che tradotto in obiettivi vuol dire quantomeno provarci a entrare in Europa League, e non sentire parlare di salvezza, considerata scontata. “Credo che la squadra sia più forte – prosegue il patron italoamericano – non c’è bisogno di un centravanti, sono in cinque che possono segnare. La squadra è forte, mancavano Pezzella e Amrabat, che sono bravissimi. Sirigu ha fatto una grandissima partita, il risultato poteva essere più ampio di 1-0. Mi sono piaciuti Dunca, Biraghi e Milenkovic. La conferma di Iachini? Ha la mia fiducia, quando uno fa bene bisogna riconoscere il lavoro che ha fatto. Poi quest’anno deve fare meglio”.

E il mister Beppe Iachini che dice? Si sofferma sulla rete. “L’azione del gol di Castrovilli la proviamo durante la settimana. Lui ha potenzialità e la possibilità di inserirsi bene in area e di finalizzare. Nell’ultimo periodo ha avuto diverse possibilità per fare gol e se vuole essere un centrocampista completo deve essere decisivo anche sotto-porta”. Poi va avanti: “Ho ritrovato la squadra e il gruppo che avevo lasciato alla fine dello scorso campionato. Stiamo inserendo qualche ragazzo nuovo che ci darà una mano quando migliorerà la condizione. Credo che questi ragazzi possono togliersi le soddisfazioni giuste per loro stessi, per i tifosi, e per la società. Voglio che ci sia la determinazione e la mentalità giusta per fare bene e vincere sia in casa che fuori casa”. Iachini si sofferma anche sui difetti che ha visto: “Non siamo stati bravi nel cercare Chiesa più spesso…. Ci serve avere maggiore qualità e più concretezza per portare le partite sui binari congeniali”.

 

Foto: Fiorentina Acf (Facebook)

 

Write A Comment