Questo sito contribuisce all'audience de

La scoperta è di quelle che restano nella memoria. A San Casciano dei Bagni (Siena) durante una campagna di scavi gli archeologi hanno trovato un grande santuario di età imperiale dedicato ad Apollo, come testimoniato dall’iscrizione “Apollini sacrum pro salute…”. Stavano cercando delle strutture termali di età romana ma sotto strati di terra è emerso un recinto sacro con un meraviglioso basamento e un’iscrizione di età imperiale di fondamentale importanza. L’intervento di scavo fa parte di un progetto a cui hanno collaborato la soprintendenza di Siena, Arezzo Grosseto e ricercatori delle università di Siena, Pisa, Dublino e Cipro che formano un comitato scientifico coordinato da Jacopo Tabolli della Soprintendenza di Siena, Grosseto e Arezzo.

“Si deve alla caparbietà del team che ha affrontato uno scavo difficile – racconta Tabolli – tra il fango e l’acqua calda, l’aver riportato alla luce le prime tracce monumentali del culto di Apollo presso il Bagno Grande di San Casciano dei Bagni. All’eccezionale epigrafe rinvenuta si legano anche offerte votive come ad esempio splendide orecchie in bronzo e piombo che alludono alle forze guaritrici del dio. E in fondo il piombo è sacro prima di Apollo all’etrusco Suri e dal materiale che emerge possiamo immaginare che il culto presso le sorgenti termali preceda ancora i romani e affondi nell’epoca etrusca. Una storia che l’archeologia potrà scrivere con le prossime campagne di scavo”.

Il soprintendente Andrea Muzzi ha sottolineato che “si tratta di una scoperta epocale per San Casciano dei Bagni: abbiamo finalmente la certezza che in questa valle sacra un grande santuario dedicato ad Apollo circondasse le sorgenti più calde”.

La sensazionale scoperta va a confermare quanto si pensava già dalla metà del Cinquecento, con il ritrovamento di iscrizioni dedicate ad Asclepio/Esculapio, Igea e Apollo dalle prossimità del Bagno Grande di San Casciano dei Bagni, che celebravano le proprietà salutari delle sorgenti di acqua calda.

Agnese Carletti, sindaco di San Casciano dei Bagni, ha sottolineato che “con questa scoperta si sancisce l’importanza delle acque e delle terme di San Casciano dei Bagni nella storia dell’intera area e, non da meno, si crea un’opportunità incredibile per lo sviluppo di tutto il nostro territorio”.

Foto: centritalianews.it

Write A Comment