Questo sito contribuisce all'audience de

È l’ex Veretout a punire la Fiorentina all’Olimpico di Roma. I giallorossi vincono con due gol, entrambi su calcio di rigore, e conquistano tre punti preziosi per l’accesso diretto in Europa League. A segnare nel primo minuto di recupero del primo tempo Veretout, seguito al 48′ da un gol in fuorigioco di Mancini; altra occasione mancata nei primi minuti del secondo tempo è a cura di Mkhitaryan, che spreca un passaggio millimetrico in area e calcia forte appena a lato sulla destra. Il pareggio dei viola lo segna di testa Milenkovic. Ma è un altro rigore, molto contestato dalla Fiorentina tanto da ottenere due gialli di cui uno a Iachini, a decidere il risultato finale. Calcia ancora Veretout ed è 2-1.

“Ci sono regole e regolamenti, se l’arbitro tocca il pallone, influenzando il proseguimento dell’azione, deve interrompere il match e la palla deve essere rimessa in gioco”, dice il presidente della Fiorentina Rocco Commisso. “Vorrei che ci spiegassero questa ennesima situazione dove qualcuno ha deciso di non applicare il regolamento. Come ci era già successo con il mancato utilizzo del VAR anche questa volta ci troviamo a non capire il criterio che viene utilizzato e perché non possiamo contare su regole e tecnologia uguali per tutti. Non è possibile che il calcio italiano continui a fare queste figure e bisogna al più presto prendere dei rimedi e trovare delle soluzioni urgentemente. E non voglio aggiungere altro, quando mi sento preso in giro e vedo che si prende in giro i miei ragazzi e i nostri tifosi, non posso stare in silenzio, ma questa sera tutti hanno visto cosa è successo e i commenti questa volta li lascio agli altri”.

Il tecnico della Fiorentina, Giuseppe Iachini, al termine del match dell’Olimpico ha detto di avere “un ottimo rapporto con la società e con l’ambiente. I ragazzi sono stati bravi e stanno spingendo ancora. Oggi non avevamo tante energie, ma stavamo tenendo la partita. L’episodio del rigore ci ha lasciato un po’ di amarezza, perché la palla è stata prima toccata dall’arbitro e l’azione andava fermata prima. Questo è il rammarico, poi non spetta a me dire se il rigore sia stato giusto o meno. Oggi abbiamo sbagliato molto sul piano tecnico nella prima parte di gara. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio e non ci siamo fermati sull’1-1 ma ci è mancato l’ultimo passaggio. Commisso? Abbiamo un ottimo rapporto. Quando sono arrivato c’era molto paura, ma piano piano abbiamo ricostruito lo spirito di squadra e di gruppo. Alla ripresa siamo stati la miglior difesa del campionato e tutti i ragazzi sono cresciuti. Dovremo parlare con la società per il futuro e si vedrà. Ora siamo concentrati sulle ultime due partite di campionato”.

Foto: Acf Fiorentina (Facebook)

 

Write A Comment