Questo sito contribuisce all'audience de

Hanno tentato di salvarlo ma ormai era troppo tardi. Un bulldog lasciato chiuso in auto dai proprietari non lontano da Piazza dei Miracoli, a Pisa, è morto durante il trasferimento alla clinica veterinaria di San Piero a Grado. Il triste episodio è avvenuto lunedì pomeriggio, in una giornata molto calda. Un passante ha notato il cane in un’automobile parcheggiata in via Cardinale Maffi. Subito ha avvertito due vigili urbani, in servizio in zona. Gli agenti hanno raggiunto l’auto notando il cane, in forte sofferenza. I proprietari, due turisti stranieri, avevano lasciato un finestrino leggermente aperto: troppo poco per far respirare il cane, visto il gran caldo della giornata. Dopo poco sono arrivati sul posto e i vigili urbani hanno intimato loro di aprire subito il veicolo.

L’animale stava male e così gli uomini della Municipale hanno scortato i proprietari dell’animale fino alla clinica veterinaria di San Piero a Grado. Durante il tragitto, però, il cane è morto. I vigili hanno denunciato i due turisti per maltrattamento di animale. Il magistrato di turno ha disposto l’autopsia del cane, per accertare le reali cause del decesso e le responsabilità. Il maltrattamento, in questo caso con conseguente morte dell’animale, è un reato per cui è prevista anche la reclusione.

Come si fa a non capire che gli animali soffrono il caldo come e a volte peggio di noi? Come si fa a lasciarli rinchiusi in auto sotto il sole d’estate? Domande che vorremmo smettere di farci ma che, purtroppo, ogni tanto tornano di stretta attualità.

2 Comments

  1. Prendere i proprietari, ficcarli in auto stoo il sole per tutta una giornata con finestrini chiusi.

Write A Comment