Questo sito contribuisce all'audience de

Obiettivo raggiunto per la Fiorentina: la salvezza in Serie A è matematica. Dopo meno di due minuti viola subito in vantaggio con una azione di Kouamé: servito da Ribery in contropiede l’ivoriano supera agilmente due giocatori del Toro e conclude male, il pallone però viene deviato da Lyanco e per Sirigu non c’è nulla da fare. Il Toro cerca di recuperare ma è la Fiorentina che conserva il pallino del gioco. Prima del riposo viola vicinissimi al raddoppio con una punizione di Pulgar: il pallone, deviato, termina alto di un soffio con Sirigu spiazzato. Al 29′ st Belotti colpisce un palo di testa. Al 30′ st Cutrone mette in cassaforte il risultato battendo Sirigu sul primo palo: ancora una volta su assist di Ribery. Il Torino non si rialza più e, nel finale, rischia anche di subire il terzo gol, con il viola Vlahovic.

“Abbiamo fatto una buonissima partita – dichiara soddisfatto il tecnico viola Beppe Iachini – sia nel primo tempo che nel secondo tempo abbiamo avuto tante opportunità per segnare. Abbiamo vinto una partita importante e siamo tornati al successo in casa, adesso abbiamo le ultime quattro partite per toglierci altre soddisfazioni. Quando sono arrivato eravamo in difficoltà di classifica, e nel morale. Oggi siamo matematicamente salvi, sono contento per i ragazzi che si meritavano questa soddisfazione. C’è un buon rapporto con la società e con la dirigenza. Il mio futuro? Rimango concentrato sul lavoro, e al rapporto con i ragazzi. Abbiamo creato una mentalità, un atteggiamento ed un’organizzazione giusta. Abbiamo perso tanti punti dopo il lockdown con pali ed episodi sfortunati ma sono felice di aver conquistato la salvezza ed un finale di campionato tranquillo. Quello che accadrà si vedrà più avanti”.

L’allenatore del Torino non l’ha presa bene. “Abbiamo preso due gol da polli, ce li siamo fatti da soli”, dice Moreno Longo ai microfoni di Torino Channel. “Non eravamo gli stessi del Genoa. Abbiamo pagato un po’ quella partita anche sotto l’aspetto nervoso. Arrivavamo sempre secondi e facevamo fatica ad accorciare sugli avversari, questo è stato l’elemento che ha condizionato la gara verso questo risultato. Nel nostro momento migliore, dopo tre opportunità per il pari, secondo me l’arbitro interrompe un’azione quando stiamo calciando con Edera e mi dispiace perché non era successo nulla e il gol sarebbe stato regolare. La Fiorentina ha giocato meglio di noi e ha meritato la vittoria. Quando non recuperi energie fisiche e mentali, come successo in questa occasione, capita di approcciare alla gara nel modo sbagliato”.

“Sono davvero soddisfatto per la prestazione di stasera”, dice il patron viola Rocco Commisso. “Complimenti ai ragazzi, al mister ed a tutto lo staff. Abbiamo raggiunto il nostro primo obiettivo con quattro giornate di anticipo facendo già più punti dello scorso anno. Ora dobbiamo cercare di continuare così nelle prossime quattro giornate sperando di scalare ancora la classifica. Sono molto felice per il ritorno alla vittoria a Firenze anche se purtroppo non c’erano i nostri magnifici tifosi, questa vittoria è anche per loro”.

Archiviato il discorso salvezza, risultato minimo sindacale, i tifosi viola si aspettano un salto di qualità per la prossima stagione. Servono investimenti e scelte mirate. La prima da fare, sicuramente, è sciogliere il nodo allenatore.

Foto: Acf Fiorentina (Facebook)

Write A Comment