Questo sito contribuisce all'audience de

Grande attesa per la 43^ edizione del rally Il Ciocco e Valle del Serchio. Slittato l’appuntamento tradizionale di marzo, causa Covid-19, si correrà il 21 e 22 agosto. Sarà la seconda delle sette gare del campionato italiano. Per certi versi è un ritorno alle origini, visto che si disputò di agosto nelle cinque edizioni dal 1978 al 1982, con il tris consecutivo di vittorie di Adartico Vudafieri (Lancia Stratos) e due volte con la Fiat 131 Abarth, l’affermazione nel 1981 di Attilio Bettega (Fiat 131 Abarth) e infine il trionfo di Tonino Tognana, nel 1982, con la Ferrari 308 GTB.

L’ultimo a vincere il rally Il Ciocco e Valle del Serchio, l’anno scorso, è stato Giandomenico Basso con Granai (Skoda Fabia R5), che proprio al Ciocco ha iniziato la striscia di successi che l’hanno portato al titolo di campione italiano rally 2019.

Per rispettare le normative in materia di contrasto alla pandemia, il rally Il Ciocco e Valle del Serchio 2020 è stato profondamente rivisto e ridisegnato, adeguando logistica, servizi, percorso e prove speciali. Salvo eventuali aggiornamenti di normative e disposizioni da parte di Governo e Autorità Sportiva, il rally Il Ciocco viene proposto in una nuova e inconsueta veste, con un percorso più breve del solito e forti limitazioni alla presenza del pubblico.

Partenza e arrivo, direzione della gara, servizi, verifiche e parco assistenza saranno concentrati tutti all’interno della Tenuta Il Ciocco. Rivoluzionato anche il percorso, tenendo conto dei meno km di prova speciale delle gare CIR 2020: il tracciato verrà reso noto nelle prossime settimane.

Dopo le verifiche tecniche, le ricognizioni e lo shakedown di venerdì 21 agosto, il rally inizierà sabato 22 agosto alle ore 8.00 per concludersi alle ore 19.10 dello stesso giorno. La gara valevole per la Coppa Rally di Zona, con il coefficiente 1,5, partirà in coda al rally CIR.

Write A Comment