Questo sito contribuisce all'audience de

Finisce con un gol a testa Fiorentina-Brescia, la partita che ha visto l’attesissimo ritorno in campo del bomber francese Ribery. I viola vanno sotto dopo un quarto d’ora di gioco, con Dessena atterrato in area e rigore trasformato da Donnarumma. I padroni di casa reagiscono e al 29′ pt riescono ad acciuffare il pari grazie a un colpo di testa vincente di Pezzella, sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Pulgar. Nel secondo tempo il Brescia prova a pungere ancora ma è la Fiorentina che va più vicina al raddoppio, prima con Ribery, che si vede annullare il gol per fuorigioco di Vlahovic, poi con una rete annullata due minuti dopo al serbo, visto che la palla crossata da Chiesa era uscita dal campo. Il Brescia è salvato da Papetti in acrobazia, sul tentativo di Ribery. La viola soffre per l’espulsione di Caceres (doppia ammonizione) ed anche Iachini viene allontanato per proteste. Poi centra una traversa con Pezzella, di testa, sul piazzato di Pulgar. La partita si trasforma in un assedio viola, ma senza che arrivi il gol. In pieno recupero è Dragowski, però, a salvare il risultato annullando un colpo di testa di Dessena.

Beppe Iachini è soddisfatto per l’esordio della sua squadra nella gara contro il Brescia. “Dopo tre mesi era la nostra prima partita. Abbiamo sbagliato qualcosa di troppo all’inizio, andando avanti però abbiamo cominciato a tirare, e ci è mancato il gol. Abbiamo avuto numerose occasioni per poter segnare, sull’episodio del rigore c’è stato un errore ma la squadra ha comunque provato a continuare a giocare e fraseggiare. Non posso rimproverare più di tanto, solo la mancata determinazione quando si doveva fare gol”. Poi l’allenatore viola si sofferma sul rientro di Ribery: “Non era facile, tanti mesi di inattività e due e mezzo in casa. La squadra ha tenuto bene fino alla fine, e anche in dieci abbiamo creato situazioni da gol”.

Foto: Acf Fiorentina (Facebook)

Write A Comment