Questo sito contribuisce all'audience de

Sciolta la riserva: sarà Susanna Ceccardi la candidata del centrodestra per le elezioni regionali in Toscana. L’annuncio arriva con una nota congiunta firmata da Berlusconi, Salvini e Meloni, dopo che sono state riempite tutte le caselle per le regioni in corsa: oltre ai confermati Zaia (Veneto) e Toti (Liguria), troviamo Francesco Acquaroli per le Marche, Stefano Caldoro per la Campania e Raffaele Fitto per la Puglia. Il centrodestra parla di “squadra migliore per vincere le elezioni nelle Regioni che andranno al voto a settembre e, soprattutto, portare il buongoverno in quelle che oggi sono male amministrate dalla sinistra”. L’accordo comprende la massima unità d’intenti anche per le Comunali, con la Lega indichi i candidati in alcune città del Centrosud fra cui Reggio Calabria, Andria, Chieti, Macerata, Matera e Nuoro, mentre Forza Italia e Fratelli d’Italia esprimeranno candidati in altre città al voto.

Trentatre anni, europarlamentare, ha cominciato a far politica nelle elezioni universitarie studentesche e poi raccogliendo firme ai banchetti della Lega. Nel 2011 viene eletta in consiglio comunale, a Cascina, tra le file del Carroccio. Cinque anni dopo si presenta come candidata sindaco del centrodestra sfidando il primo cittadino uscente, Alessio Antonelli (Pd), che polemizzando con lei la liquida come una “ragazzetta”. Con il 28,4% costringe Antonelli (42,46%) al ballottaggio. Al secondo turno ottiene il 50,3% (101 voti di scarto) ed espugna Cascina. È il primo Comune che la Lega conquista in Toscana. Tre anni dopo un altro importante balzo in avanti: candidata alle Elezioni Europee viene eletta con oltre 47mila preferenze nella circoscrizione dell’Italia centrale, al secondo posto dopo Salvini.

Salvini: “Ha tutte le carte in regola”

“Io gioco sempre per vincere”, ha detto il leader della Lega a Genova a margine dell’incontro con il presidente della Regione Liguria Giovani Toti. “Non ci sono regioni inespugnabili. Abbiamo vinto in Umbria dopo 50 anni di sinistra, stasera e domani sarò in Toscana con Susanna (Ceccardi, ndr) che è stata un ottimo sindaco, uno dei primi sindaci donna delle Lega e del centrodestra in Toscana e credo che abbia tutte le carte in regola per diventare collega di Toti tra tre mesi”.

Danti: “Il centrodestra archivia passato liberale”

Negativo il commento dell’eurodeputato toscano di Italia Viva Nicola Danti: “Alla fine sarà Susanna Ceccardi la candidata del centrodestra che sfiderà Eugenio Giani. Una candidatura che archivia per sempre il passato liberale e moderato del centrodestra toscano che oggi si affida alla massima espressione della peggiore destra estrema xenofoba, razzista, omotransfobica e intollerante. La Toscana ha il diritto di essere governata da chi ha a cuore il buon governo del territorio, mentre la candidatura di Susanna Ceccardi – sottolinea – ha il sapore di una spartizione decisa col bilancino tra i leader del centrodestra più che frutto di un reale interesse alla Regione. Da toscano e da europarlamentare posso confermare che Ceccardi fino ad oggi si è distinta più per il suo attivismo pro-Putin che per un interesse per la regione che ora vorrebbe governare. Noi invece pensiamo che la Toscana meriti di più e di meglio. Noi pensiamo che il tessuto produttivo, il settore turistico e il comparto industriale di questa nostra regione abbiano bisogno di amministratrici e amministratori, donne e uomini di governo capaci di ascoltare le loro istanze e che le sappiano trasformare in azioni di governo. E che possa fare a meno di proclami ideologici e di sproloqui no euro”.

 

 

 

Write A Comment