Questo sito contribuisce all'audience de

Paolo Lazzari

Un colpo di coda ad una manciata di mesi dalla prossima tornata elettorale. Assomiglia ad una virata decisa in vista del traguardo l’ultima proposta del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. “L’acqua deve tornare ad avere una gestione pubblica – ha affermato oggi -. È quanto i cittadini hanno chiesto con chiarezza in un referendum, e che io ritengo sia necessario per gestire una risorsa importante e limitata, e soggetta a crisi sempre più ricorrenti a causa dei cambiamenti climatici”.

Dichiarazioni nette e legittime: certo, non è la prima volta che il presidente uscente si sofferma su un tema di così cruciale importanza, ma è il fatto che si giunga fino ad avanzare l’idea di una proposta di legge ad indurre a riflettere. Rossi, infatti, propone di avviare già in questi mesi il processo di ripublicizzazione del servizio idrico: una bozza di legge già esiste, ha ricordato, legata ad un piano che consentirebbe, senza ulteriori aumenti tariffari, di andare a liquidare le aziende private al termine delle concessioni. In questo modo, quindi, sarebbe possibile tornare ad avere acqua pubblica in Toscana: “Se si vuole – ha precisato Rossi – è possibile approvarla prima della fine della legislatura”.

Quello che induce tuttavia a riflettere sono le tempistiche: un tema di così notevole impatto – sono già in molti a rilevarlo – dovrebbe quantomeno essere trattato dalla nuova Giunta che, invece, si troverebbe così ad insediarsi con le mani sostanzialmente legate. Per Rossi, tuttavia, l’urgenza è dettata dalla forte volontà dei cittadini in questo senso e dai cambiamenti climatici che non aspettano nessuno. Per fronteggiarli, afferma, serve un gestore unico di natura pubblica. Rispetto a questo, Rossi dichiara di poter comprendere i sindaci locali che si sono detti critici, ma aggiunge che quest’ottica campanilistica deve essere superata da uno sguardo regionale “perché l’acqua non tiene conto di questi confini”.

Paolo Lazzari

Write A Comment

Preferenze di Privacy

Necessario

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l’accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

PHPSESSID, gdpr[allowed_cookies], gdpr[consent_types],

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L’intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC, act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs
PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC
act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs

Statistica

I cookie statistici aiutano i proprietari di siti Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e riportando informazioni in modo anonimo.

_ga, _gid
_ga, _gid

Preferenze

I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione in cui ti trovi.

_OneSignal_session, __cfduid,
_OneSignal_session, __cfduid,