Questo sito contribuisce all'audience de

Le violenze e le minacce andavano avanti da un bel po’. Un giorno, dopo l’ennesimo grave episodio, contro un 45enne di Poggibonsi (Siena) è stato attivato il “Codice rosso”, con il divieto di avvicinamento e di comunicazione (con ogni mezzo) alla moglie, di 36 anni. La misura restrittiva serve a tutelare anche i figli.

Drammatico il quadro familiare emerso nel corso delle indagini. Con un episodio a dir poco sconvolgente. In un’occasione, infatti, l’uomo si è presentato al negozio della donna con un’ascia in mano, che non si è limitato a esibire in modo minaccioso, ma ha pure utilizzato danneggiando una grata di protezione della vetrina. Per fortuna in quel caso è intervenuto un familiare, impedendo che la situazione potesse degenerare.

Il clima era teso da tempo, con continui litigi, minacce e violenze. Così la donna aveva deciso di lasciare il marito, andando a vivere con i figli in un’altra abitazione. E si era anche data da fare, avviando una piccola attività commerciale, per cercare di ottenere l’indipendenza economica. Questa separazione, però, non era andata giù al marito, che ha continuato a perseguitare la donna con chiamate, messaggi e incursioni, fino al culmine dell’episodio con l’ascia). Ogni tentativo di prenderlo con le buone cercando di convincerlo a desistere è stato vano. L’uomo, infatti, dopo un po’ riprendeva le solite vecchie abitudini.

A far scattare la goccia è stato l’ultimo episodio, verificatosi tre settimane fa. L’uomo ha telefonato alla moglie minacciando di raggiungerla e di farsi saltare in aria, per uccidere lei e i figli. I carabinieri, intervenuti per rendersi conto di ciò che stava accadendo, hanno appurato che la donna era letteralmente terrorizzata. Raccolta la denuncia è stata attivata la procedura prevista dal “Codice rosso”, di recente introduzione, mettendo subito in sicurezza la donna e i suoi figli. Le indagini successive, coordinate dalla Procura di Siena e condotte poliziotti, hanno ricostruito il quadro delle violenze, che andavano avanti da tempo e ultimamente si erano aggravate. Una situazione sempre più insostenibile che andava interrotta. A quel punto il Gip è intervenuto emettendo il provvedimento restrittivo a cui l’uomo dovrà attenersi per evitare di peggiorare la propria posizione.

Write A Comment

Preferenze di Privacy

Necessario

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l’accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

PHPSESSID, gdpr[allowed_cookies], gdpr[consent_types],

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L’intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC, act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs
PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC
act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs

Statistica

I cookie statistici aiutano i proprietari di siti Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e riportando informazioni in modo anonimo.

_ga, _gid
_ga, _gid

Preferenze

I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione in cui ti trovi.

_OneSignal_session, __cfduid,
_OneSignal_session, __cfduid,