Questo sito contribuisce all'audience de

Si è spento all’età di 86 anni il gastronomo e giornalista Giuseppe Bigazzi. Dopo aver lavorato per la Banca l’Italia e una lunga carriera all’Eni aveva dato libero sfogo alla sua passione per il buon cibo, curando una rubrica per Il Tempo. In seguito era arrivato alla tv, nel programma “La borsa della spesa“, su Unomattina. Ma il pubblico lo aveva apprezzato soprattutto per la sua partecipazione a “La prova del cuoco“, condotto da Antonella Clerici.

Nel 2010 fu sospeso dal programma della Clerici per una feroce polemica scoppiata dopo che rivelò di aver mangiato la carne di gatto nella sua infanzia. Per farlo citò un proverbio: “A Berlingaccio (il giovedi grasso, ndr) chi non ha ciccia ammazza il gatto”. L’aver citato questa frase, soffermandosi poi sulla procedura utilizzata per togliere l’odore “selvatico” all’animale, per migliorarne il gusto, scatenò l’ira degli animalisti che indussero la Rai ad allontanarlo dal programma. In un’intervista al Corriere della sera spiegò le proprie ragioni: “Negli anni ’30 e ’40 come tutti gli abitanti del Valdarno a febbraio si mangiava il gatto al posto del coniglio, così come c’era chi mangiava il pollo e chi non avendo niente andava a caccia di funghi e tartufi non ancora cibi di lusso. Del resto liguri e vicentini facevano altrettanto e i proverbi ce lo ricordano. Questo non vuol dire mangiare oggi la carne di gatto, ho solo rievocato usanze”.

Nato a Terranuova Bracciolini (Arezzo) nel 1933, a ventisei anni si laureò a Firenze in Scienze Politiche. Dal 1961 al 1966 lavorò alla Banca d’Italia, avvicinandosi al mondo del giornalismo con gli scritti per il Nuovo Osservatore, diretto dal sindacalista e politico Dc Giulio Pastore. Nominato, nel 1968, vicesegretario generale del Comitato dei Ministri per il Mezzogiorno, fu anche membro di comitati interministeriali per la programmazione economica fino al 1970. Assunto all’Eni nel 1970, vi rimase fino al 1993, quando andò in pensione. Per la grande azienda fondata da Mattei ricoprì l’incarico di direttore delle relazioni estere, direttore generale e, in seguito, ad della Lanerossi e presidente di alcune società del gruppo.

La sua antica passione per il cibo trovò sfogo nella apprezzata rubrica “Luoghi e Delizia” che curò sul quotidiano Il Tempo dal 1997 al 1999. In tv arrivò con una rubrica su Unomattina, “La borsa della spesa”, fino a diventare una colonna de “La prova del cuoco”, sempre su Raiuno.

5 Comments

  1. lorenzo van perg Reply

    n e abbiamo mangiati di gatti tra il 43 e il 45 !!!! beata ipocrisia dei cresciuti a nutella e buondi motta…

  2. Riposi in pace, ma quando lo sospesero fecero bene perché parlando dell’uccisione del gatto lo fece con un certo gusto : disse che bisognava te nerlo in acqua fresca, sempre con un sorrisino compiaciuto. Ripeto, riposi in pace.

    • Cara Francesca dovresti anche tu patire un po’ di fame, quella del ’20, altro che sorrisino.

  3. Michele Lascaro Reply

    Per quanto posso dire, Bigazzi, espertissimo di cucina tradizionale, era un fine umorista. Per cui la storiella dei gatti fu esageratamente giudicata dalla Rai , che non tenne conto del suo modo di esprimersi. Evidentemente non capivano niente del suo spirito. Ho conosciuto, per inciso chi, durante la Grande Guerra, si è nutrito anche di gatti.

Write A Comment

Preferenze di Privacy

Necessario

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l’accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

PHPSESSID, gdpr[allowed_cookies], gdpr[consent_types],

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L’intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC, act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs
PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC
act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs

Statistica

I cookie statistici aiutano i proprietari di siti Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e riportando informazioni in modo anonimo.

_ga, _gid
_ga, _gid

Preferenze

I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione in cui ti trovi.

_OneSignal_session, __cfduid,
_OneSignal_session, __cfduid,