Questo sito contribuisce all'audience de

Non si placano le polemiche sulla manifestazione degli antiproibizionisti in programma a Pisa il 18 maggio (il corteo è stato vietato, si terrà solo un presidio in piazza della Stazione). Proseguendo il dibattito vi proponiamo una proposta-sfida lanciata da Paola Viegi agli organizzatori di Canapisa.

—–

C’è poco da dire su Canapisa. Per la maggioranza di noi Pisani è considerata una espressione sguaiata del concetto di liberalizzazione delle droghe. Questo perché da quasi vent’anni assistiamo allo scempio della città, o meglio di quella parte di città toccata dal corteo. Un fiume umano che al suo passaggio lascia sporcizia, rifiuti organici (vomito, orina e feci) e quant’altro. Ritengo anche legittime le proteste di chi vive in centro, un centro già martoriato da spaccio diffuso e criminalità spesso collegata ad esso, che il giorno della manifestazione è costretto a restare nelle proprie case a causa dei blocchi posti dalla sicurezza.

Badate bene, per me manifestare è sinonimo di democrazia, ma quando c’è degenerazione, si trasforma in tutt’altro. Il tema dell’assunzione delle droghe leggere e non, in una città come Pisa che è ai primi posti tra le città italiane per spaccio ed uso, dovrebbe essere affrontato con più serietà e soprattutto non strumentalizzato.

Creiamo occasioni di informazione e sensibilizzazione, andiamo nelle scuole a spiegare che di droga si muore, e magari facciamolo proponendolo agli organizzatori di Canapisa. Perché no?

Paola Viegi

1 Comment

  1. Andrea Bartelloni Reply

    Cara Paola,
    condivido le sue affermazioni anche se non userei mai la parola leggero. La droga è droga. Vado nelle scuole con l’Associazione Gruppo Il Ponte a parlare di droga con testimonianze di ex tossicodipendenti che raccontano la loro storia e, anche da loro, arriva questo messaggio: non c’è niente di leggero.

Reply To Andrea Bartelloni Cancel Reply

Preferenze di Privacy

Necessario

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l’accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

PHPSESSID, gdpr[allowed_cookies], gdpr[consent_types],

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L’intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC, act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs
PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC
act, c_user, datr, fr, pl, presence, sb, wd, xs

Statistica

I cookie statistici aiutano i proprietari di siti Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e riportando informazioni in modo anonimo.

_ga, _gid
_ga, _gid

Preferenze

I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione in cui ti trovi.

_OneSignal_session, __cfduid,
_OneSignal_session, __cfduid,