Questo sito contribuisce all'audience de

I fiorentini sulla scheda elettorale per le Comunali troveranno anche il simbolo “Firenze + Verde“, a sostegno del sindaco Dario Nardella, che corre per un secondo mandato a Palazzo Vecchio. Tra i programmi della lista ambientalista c’è anche quello di… tornare a fare il bagno in Arno. Una proposta che per certi versi sembra fuori dal tempo. La promessa però è stata fatta, partendo da una considerazione: l’Arno è meno inquinato rispetto a 10 anni fa, quindi si può proseguire nel risanamento. “L’Arno balneabile balneabile non è un’utopia – spiegano i responsabili di “Firenze + Verde” – anzi tornerà ad esserlo. È una sfida che ci dobbiamo dare e che lanciamo alla Regione Toscana, come ai Comuni del bacino”.

Nel programma anche la realizzazione degli orti sui terreni comunali non edificati, con una stima ben precisa: per ogni ettaro 250-300 orti. Almeno quattro ettari di terreno sarebbero già pronti per la distribuzione.

Un altro tema forte in chiave ambientalista è il risparmio energetico, a partire dalla necessità di rendere più efficienti le caldaie. “AUna norma – spiega Nardella – che consente di coprire fino al 50% dei costi di sostituzione. Potremmo reperire risorse dal progetto dello scudo verde per arrivare addirittura a coprire il 100% dei costi per il cambiamento delle caldaie”.

L’appello per una città “verde e sostenibile”

Un gruppo di ricercatori, docenti universitari e dirigenti pubblici ha lanciato un “Manifesto per un nuovo pensiero ambientalista nell’azione locale”, ponendo l’accento sulla necessità di attuare politiche comunali volte a rispettare di più l’ambiente. Il documento, consegnato a Nardella, propone alcune azioni virtuose: il contrasto al rischio alluvioni, la riduzione delle emissioni grazie al potenziamento del sistema tramviario, rete ciclabile, car-sharing elettrico, incentivi per conversione impianti di riscaldamento, gestione dei rifiuti in un’ottica di economia circolare, lotta alla plastica, sistemi fognari e depurativi innovativi, campagne di sensibilizzazione sullo spreco alimentare e per il risparmio energetico, sviluppo della biodiversità vegetale e animale, programmi di pet-therapy per anziani soli o soggetti svantaggiati, spinta ancora maggiore su rigenerazione urbana, volumi zero e aumento del verde.

 

Foto: “View af the Arno in Florence” (Giuseppe Zocchi) – Wikipedia

Write A Comment