Questo sito contribuisce all'audience de

I colori, i suoni e i profumi della storia. Su questo punta la Toscana alla Borsa Internazionale del Turismo (Bit), in programma a Milano dal 10 al 12 febbraio. Etruschi, Leonardo da Vinci e Costa toscana sono i “pezzi forti” di quest’anno. Ma spazio anche wedding tourism, feste e rievocazioni storiche (a partire dalla commemorazione dei 500 anni dalla nascita di Cosimo I de’ Medici). La Toscana intende proiettarsi nella contemporaneità offrendo ai turisti, sia italiani che stranieri, un’esperienza a 360 gradi: dal litorale all’entroterra, dal mare alle montagne, alla scoperta di zone meno battute ma di fascino, caratterizzate da un’offerta turistica in grado di soddisfare anche il viaggiatore più esigente.

Si apre, invece, nel segno di Leonardo il programma delle presentazioni presso lo stand della Toscana (Pad. 3 – C81 C85 G72 G76), che inaugura domenica 10 alle 12 la sua sala conferenze, con la presentazione degli eventi organizzati sul territorio regionale in occasione del cinquecentenario della morte del genio di Vinci. Un itinerario attraverso luoghi toscani inediti, sulle orme di uno dei più grandi di tutti i tempi, tra mostre e concerti. Sempre il 10 febbraio, dalle ore 15 alle 16, sarà invece la volta dell’innovativo progetto Etruschi Popolo Contemporaneo, lanciato proprio alla Bit un anno fa e pensato per far riscoprire il patrimonio archeologico etrusco e restituire agli Etruschi un’identità moderna e di attrazione per i turisti.

Definita la migliore “wedding destination al mondo” dai lettori di Travel + Leisure India & South Asia, edizione indiana dell’omonima rivista americana dedicata ai viaggi di lusso e lifestyle, la Toscana porta a Milano anche le novità in questo ambito particolare (Tuscany for Wedding), con gli ultimi dati turistici legati a questo segmento.

Visitando città, paesi e borghi toscani, specialmente d’estate, è impossibile non imbattersi in feste e rievocazioni storiche dl sapore antico: cortei in abiti medioevali o rinascimentali, palii, gare, regate e giochi storici fra contrade o rioni, tiro con la balestra, duelli equestri e di falconeria, ricostruzione di botteghe artigianali o mercatini, cene medioevali, danze tradizionali, musiche eseguite con antichi strumenti. A questo è dedicato il volume “Toscana. Passato Vivente. Feste, giochi e rievocazioni storiche“, che sarà presentato domenica 10 febbraio.

 

Foto: bit.fieramilano.it

Write A Comment