Questo sito contribuisce all'audience de

Dal 11 al 15 giugno Pisa ospita la 2ª Conferenza Nazionale di Public History: 380 relazioni, 76 panel, 32 poster, 12 iniziative aperte, 6 tavole rotonde, 3 documentari, 2 visite guidate della città e una pièce teatrale (leggi il programma completo). Incontri, momenti di discussione, dibattito e confronto con al centro la storia, la cui comprensione è fondamentale per capire i nostri tempi.

A questo ricco appuntamento si unisce la Domus Mazziniana, con un’intera giornata (lunedì 11 giugno) dedicata al Risorgimento e ai modi possibili per raccontarlo alle giovani generazioni. L’iniziativa è promossa dalla Domus Mazziniana e dall’Associazione Mazziniana Italiana

Ecco il programma

Si inizia la mattina con una visita guidata gratuita delle collezioni museali della Domus, per proseguire nel pomeriggio – alle 15.00 – sempre alla Domus Mazziniana, con una tavola rotonda su Raccontare il Risorgimento oggi tra didattica, divulgazione e Public History che intende proporre non tanto una riflessione teorica sul tema, quanto una serie di esperienze di lavoro effettive su quali strumenti sia possibile mettere in campo per promuovere la conoscenza di un momento fondamentale della storia italiana come il Risorgimento. Si confronteranno Michele Finelli, vicepresidente dell’Associazione Mazziniana Italiana, storico e divulgatore, Stefano Bucciarelli, presidente dell’Istituto di Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Lucca, a lungo docente di Storia e Filosofia nei Licei, preside, e co-autore di importanti manuali scolastici, Franco Farina, autore a animatore teatrale. Concluderà il direttore della Domus Mazziniana Pietro Finelli.

Alle 17.30 visita guidata ai luoghi della Pisa Risorgimentale che inizierà e si concluderà sempre alla Domus Mazziniana.

Alle 19.30 è previsto un aperitivo/cena (prenotazione obbligatoria, quota 5 €) a tema risorgimentale: “Fatta l’Italia facciamoci una birra. Storia alcolica del Risorgimento”, che vedrà gli animatori del gruppo “Pinte di Storia” affiancati dal direttore della Domus, raccontare le vicende del Risorgimento da un punto di vista inedito: la nascita dell’industria birraria italiana.

Write A Comment