Questo sito contribuisce all'audience de

Andrea Gelli

“Il Natale der Pisano è guardare il calendario e chiedere le ferie vando il Pisa gioa in casa”… Sì, lo so, un fa rima, o trovatela voi, visto che sul Lario un ci si va che ir Como è fallito, all’Erbolario nemmeno perché facendo ir Dottore è la ‘oncorrenza sennò un si va più ai congressi… inzomma, avete ‘apito. Soprattutto vella bestia der Pisano da lontano, vando partano le ‘ortellate della riunione di gruppo per decide’ chi come e quando va in ferie, deve esse’ bello preparato sur Calendario der Pisa.

Dice ma come, un penzi ar Cenone di Natale, o ar giro di parenti, o alla Befana, o a Capodellanno, stai a penzà ar Pisa se gioa e dove? Ah no, in queste ‘ose ir Pisano da lontano doventa ‘attivo, perché se uno deve sceglie’ tra Natale Capodellanno e Befana, unica discriminatoria è “Portanagsega… ma ir Pisa dove gioà in quer mentre?”.

Ir Pisano da lontano è cattivo ma anco furbo… ovvio un poi dì a gente der Norde “dè, ir ventitrè c’è Pisa-Orbia, alle duemmezzo, un mi potete rompe’ oglioni perché dovete andà alla Messa, alla fiaccolata, ar pranzino ar Ristorante50euriachiorba, in Traverzagna (sanno una sega loro ‘sa è)…”; devi dì “ovvia bimbi, voi siete di va, ma io piccinino che son venuto in qua colla valligia di ‘artone… che ho mi ma vedova, e mi pà pure, che m’aspettano… capace è l’urtimo Natale… li volete fa sta male eh??”.

Allora sì, dopo varche Tegameditumà e quarche conseguente Peorissimoditupà, alla fine picchia e mena la ottieni… dice voi artro? Dè, diamine… voi che un aiuti mi ma, povera donna mezza cea, a preparà desinà? Fatimi arrivà du’giorni prima, dè tanto mia fa quattro sarti in padella findusse come le vostre mamme (ve’ tegami, offese preventive), c’è da pigliassi per tempo… e vai alla Coppina, e vai ar Centro de’ Borghi… allora mi diano “ovvia, rompioglioni, parti ir ventitrè, e salutaci tu’mà… “. E io “(la tua) grazie amici cari, vi penzerò mentre inzuppo ‘antuccini ner vinsanto, o faccio le buzzate di ‘avallucci… ci si becca a Capodellanno, tanto mimoportanaseg… è una festa che santifico con meno impeto, voi mettè ir Natale? Avanzate tutti un caffè alla macchinetta colla chiavina”.

Inzomma, fatta anco vest’anno, Pisa-Orbia è mia, per un Pisano da lontano è come la finale di Cempionzligghe, speriamo di un portà male come colla Giana Erminio, ma dopo le ‘urtellate prese per ir mi Pisa un posso mia andacci tanto per ir sottile.

Bon Natale a Tutti, ma soprattutto Bona Antevigilia!

Andrea Gelli

Foto da Pisachannel.tv

Write A Comment